Chiusa in Spagna la centrale nucleare piu’ vecchia

Condividi questo articolo:

La centrale nucleare di Santa Maria de Garona, in Castiglia, ha cessato questa notte la sua attivita’, a causa dell’aumento dei costi dell’energia nucleare

In Spagna è stata chiusa questa notte la centrale nucleare più vecchia del Paese. I reattori di Santa Maria de Garona, in Castiglia, hanno cessato la loro attività questa notte alle 23:00, per motivi strutturali e finanziari. Secondo quanto dichiarato da Nuclenor,  l’impresa proprietaria della centrale,  la decisione di chiudere è dovuta al disegno di legge approvato dal Senato spagnolo, che causerebbe un aumento delle imposte sulla generazione elettrica pari, solo per quell’impianto, a 153 milioni di euro per il 2013, a cui sommare i 120 milioni di euro per verifiche e adeguamenti strutturali richiesti dopo la tragedia di Fukushima.

Un aumento dei costo dell’energia nucleare, quindi, che manderebbe la società proprietaria della centrale nucleare di Santa Maria de Garona, in Castiglia alla bancarotta. La centrale nucleare era la più vecchia del Paese ed era stata inaugurata nel marzo 1971: nell’arco della sua vita ha generato 132.822 GWh.

(gc)

Questo articolo è stato letto 21 volte.

energia, energia nucleare, nucleare, nucleare Spagna, spagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net