Caricabatterie universale: la soluzione per ridurre la Co2

Condividi questo articolo:

L’utilizzo a livello globale del caricabatteria universale potrebbe abbattere la Co2, fino a 13 milioni di tonnellate all’anno

 

L’arrivo del caricabatteria universale per cellulari e smartphone potrebbe essere una soluzione ideale per abbattere la Co2: se il caricabatterie fosse utilizzato a livello globale, infatti, la riduzione dell’anidride carbonica possa essere superiore alle 13 milioni di tonnellate all’anno.

 

A volere e promuovere un caricabatteria universale, nel corso della Genova Smart Week, è , l’Unione internazionale Telecomunicazioni (Itu), agenzia specializzata delle Nazioni Unite. ‘L’applicazione di questo standard – ha spiegato Cristina Bueti, consigliere Itu – può portare benefici immediati agli utenti’.

‘Se da un lato – spiega – porta a una sensibile riduzione dell’inquinamento dall’altro permette di risparmiare, viste le caratteristiche tecniche mirate all’efficienza energetica. Come Itu abbiamo adottato uno standard già intrapreso da molte aziende, e invitiamo tutti i governi a implementarlo a livello nazionale’. ‘A Genova abbiamo incontrato molti sindaci di tutta Europa e abbiamo avuto ottimi riscontri anche perché si nota una sempre maggiore attenzione alle nuove politiche ambientali’.

gc 

Questo articolo è stato letto 10 volte.

anidride, anidride carbonica, batterie, caricabatterie universale, CO2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net