ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

Batterie come pellicole da applicare sui pannelli solari

Condividi questo articolo:

Una società australiana ha annunciato una nuova sfida: stampare batterie ultra-sottili e flessibili per produrre energia, un’idea che ridurrebbe i costi di installazione del fotovoltaico

I pannelli solari hanno dei costi che sono ancora proibitivi per molte persone, ma il progetto della società australiana Printed Energy potrebbe portare a una soluzione in questo senso. La loro idea è quella di stampare («print», in inglese, come il nome stesso dell’azienda) pile ultra-sottili e flessibili che possono essere applicate in cima a pannelli solari altrettanto sottili e flessibili, in modo da ridurre notevolmente i costi di installazione.

La società ha firmato un accordo con la UNSW e con la University of Queensland e ha ricevuto anche il sostegno da parte del governo per produrre le batterie stampate e lanciarle sul mercato – il progetto, da 12 milioni di dollari, ha ricevuto anche un finanziamento di 2 milioni di dollari dal Cooperative Research Centers Projects.

Una volta ottenuti i finanziamenti, ora la Printed Energy sta cercando di produrre batterie «solide» che possano essere stampate tramite un processo «roll-to-roll», simile a quello usato per stampare i quotidiani.

Le batterie saranno adattabili a qualsiasi forma, ma l’idea non è quella di accoppiarle con la tecnologia solare esistente, l’idea è quella di stampare anche nuovi pannelli solari e altri dispositivi – altrettanto sottili – che le batterie potrebbero alimentare. In realtà, questa tecnologia nasce per sensori e dispositivi monouso, ma è chiaro a tutti che potrebbe rivoluzionare l’industria dell’energia rinnovabile.

Le batterie stampate si distinguono dalle altre batterie perché l’azienda utilizza metalli comunemente disponibili, come gli ossidi di zinco e il manganese insieme a strutture con matrici inorganiche: questo le rende a basso costo, non tossiche con un basso livello di infiammabilità.
Per ora, l’azienda è ancora in fase di ricerca, quindi bisognerà aspettare per saperne di più.

Questo articolo è stato letto 75 volte.

energia, fotovoltaico, pannelli, solare

Comments (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net