ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Nasce Mudimed, primo Museo digitale su storia metodo scientifico-Pil: Banca Aletti, Italia +6% nel 2021 e +4,7% nel 2022-A Ecomondo 2021 le start up che trasformano la nostra vita-**Governo: Palazzo Chigi si rifa il look, nuove luci per illuminare facciata**-Manovra: FederlegnoArredo, su bonus edilizi serve prospettiva medio-lungo termine-Covid, Rasi: "Con formazione standardizzata e digitale si sarebbe sbagliato meno"-Forza Nuova: Camera approva due mozioni su scioglimento-Deejay morta: al via l'udienza preliminare, Pm 'Ha ucciso il figlio e si è ammazzata'/Adnkronos (2)-Deejay morta: al via l'udienza preliminare, Pm 'Ha ucciso il figlio e si è ammazzata'/Adnkronos (4)-Oncologia e nutrizione, nuovo documento per migliore gestione paziente-Doping: Nado Italia, positivo il cestista dell'Armani Milano Riccardo Moraschini-Asi: nel fine settimana si riunisce a Montesilvano, Barbaro 'confronto con la base'-Pallavolo: Fipav, 1' di silenzio su tutti i campi in memoria di Mahjabin Hakimi-L’oncologo: "Il 30-50% pazienti è malnutrito o a rischio malnutrizione"-Repower propone DINAclub, network di ricarica per e-bike-M5S: Conte, 'oggi ad assemblea gruppi, mio intervento in diretta streaming'-'Cose da non fare con il sangue', video dei theShow sull'emofilia-Il nutrizionista: "Per paziente oncologico malnutrito diagnosi tempestiva è fondamentale"-A 100 anni dalla scoperta dell'insulina, Novo Nordisk celebra la figura del diabetologo-A 100 anni dalla scoperta dell'insulina, Novo Nordisk celebra la figura del diabetologo

L’eolico offshore conquista i mari del Nord: + 50% nel 2012

Condividi questo articolo:

Il Nord Europa investe sull’eolico offshore: nel primo semestre 2012 le installazioni hanno fatto segnare un +50% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso

L’eolico offshore conquista il mare del Nord Europa. Secondo gli ultimi dati della European Wind Energy Association (Ewea), nel primo semestre 2012 le installazioni di impianti eolici offshore hanno fatto segnare un +50% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In termini pratici, sono stati allacciati alla rete 523 Mw,  contro i 348 del primo semestre 2011.

L’incremento dell’eolico offshore, però, è stato realizzato solo grazie agli investimenti dei Paesi del Noprd, che hanno creduto e credono nel vento che soffia al largo delle coste. In particolare a puntare sull’eolico offshore sono Thorton, in Belgio, Greater Gabbard, Walney, Ormonde, Londra e Sheringam nel Regno Unito, Avedore, in Danimarca e Bard, in Germania.

Tanti sono gli impianti eolici offshore che sono in fase di produzione: con piloni già piantati a Thorton, in Belgio, Lincs, Londra, Sheringham, Gwynt y Mor e Teeside, in Gran Bretagna, Anholt e Avedore, in Danimarca, Bard e Riffgat, in Germania.

(gc)


Questo articolo è stato letto 9 volte.

energia vento, eolico, eolico offshore, europa, incremento eolico, installazioni eolico offshore, Nord Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net