ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Motomondiale: Bagnaia, 'Mondiale? Finché posso provare a vincerlo non mollo'-Motomondiale: Marquez, 'a Misano punto a stare vicino ai migliori, difficile ripetere Aragon'-Ruby ter: 'salta' perizia su Berlusconi, da fissare a breve nuova udienza a Milano-Covid: bozza dl, taglio tempi green pass, valido subito non più a 15 giorni da prima dose-Nautica, Toti: "Un padiglione luogo simbolo della guerra al Covid"-Covid: bozza dl, organi costituzionali si adeguino entro 15 ottobre-Cecchi: "Grande crescita settore Nautica, spinta per ripartenza Paese"-Covid: bozza dl, sospensione e stop stipendio senza green pass, ma no licenziamento-**Covid: in bozza dl nessun riferimento a smart working**-Green pass obbligatorio per tutti i lavoratori, bozza decreto-**Covid: bozza dl, 'datori lavoro tenuti a verifica green pass, controlli a ingresso'**-**Scherma: Fis, Cerioni ct del fioretto, Tarantino della sciabola e Chiadò della spada**-**Scherma: Fis, Cerioni ct del fioretto, Tarantino della sciabola e Chiadò della spada** (3)-Basket: morto a 77 anni Dusan Ivkovic, allenò la Jugoslavia campione del mondo nel '90-Covid oggi Lazio: 314 contagi, 149 a Roma. Bollettino 16 settembre-**Covid: bozza dl, 'obbligo green pass anche per settore privato, stesse norme Pa'**-Covid: bozza dl, multe da 600 a 1500 euro per chi è senza green pass in posto lavoro-**Covid: bozza dl, 'tamponi gratis per chi non può vaccinarsi'**-M5s: Comincini, 'Conte prenda le distanze da insulti e violenze'-M5s: Rossi (Pd), 'violenze e minacce non devono avere spazio'

Stop all’abusivismo: al via le demolizioni in Calabria

Condividi questo articolo:

Prendono il via in Calabria alcune demolizioni delle costruzioni fuorilegge

 

La Calabria si impegna a dire addio all’abusivismo. E lo fa grazie a delle demolizioni programmate: grazie all’intervento della Procura di Reggio Calabria, è iniziato l’abbattimento delle costruzioni fuorilegge. Ad esser buttati giù saranno 686 abusi edilizi, commessi tra gli anni ’80 e ’90.

‘La demolizione delle opere abusive che sta avvenendo in queste ore nell’hinterland del comune di Reggio Calabria, oltre ad essere una bella notizia e una vittoria per l’ambiente, rappresenta un importante passo di cambiamento che restituisce bellezza e legalità ad una regione, dove il cemento illegale ha prosperato per anni. L’abbattimento delle costruzioni fuorilegge è la migliore cura preventiva contro il vecchio e nuovo abusivismo, una cura resa possibile anche grazie alla preziosa e fondamentale azione delle Procure della Repubblica che, spesso da sole, si occupano delle demolizioni degli immobili fuorilegge. Dopo la legge sugli ecoreati, è dunque fondamentale che il Parlamento approvi al più presto una legge contro l’abusivismo edilizio che semplifichi e renda più efficace e tempestivo l’iter delle demolizioni prevedendo tra l’altro pene più severe’ ha dichiarato Rossella  Muroni, presidente nazionale di Legambiente.

 

‘In questo territorio per anni le ruspe non sono mai arrivate e l’abusivismo ha prosperato indisturbato, tanto che nei dossier della campagna di Legambiente “Abbatti l’abuso”, su quasi duemila ordinanze di demolizione emesse tra il 2000 e il 2011 a Reggio Calabria, città sciolta per mafia nel 2012, non ne è stata effettuata nemmeno una. Oggi c’è finalmente un inversione di tendenza: la determinazione di un magistrato, il procuratore De Raho, dimostra che lo Stato c’è, che non si gira dall’altra parte. Un pezzo importante del nostro Stato che non fa finta di non vedere e non sapere come purtroppo molto spesso accade nella nostra terra. Grazie procuratore, ha tutto il sostegno della nostra associazione’, ha aggiunto Francesco Falcone, presidente di Legambiente Calabria.

gc 

Questo articolo è stato letto 26 volte.

abusivismo, abusivismo Calabria, Calabria, demolizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net