Immobiliare, ecco le proposte per risollevare il settore

Condividi questo articolo:

Rent to buy, abbattimento delle tasse sui canoni degli immobili invenduti e riduzione del carico fiscale sull’ipoteca legale, ecco alcune proposte dei notai per far ripartire il settore immobiliare

 

Comprare casa è diventato difficilissimo. Le banche non danno i mutui e la disponibilità economica selle famiglie è sempre più bassa. Ed è per questo che i notai hanno proposto al Governo sei disegni di legge che potrebbero risollevare le sorti del settore immobiliare, facendo ripartire il mercato.

In particolare, i notai per incentivare all’acquisto delle case propongono l’introduzione del ‘rent to buy’, l’abbattimento delle tasse sui canoni degli immobili invenduti che devono pagare i costruttori, c’è la cartolarizzazione dei crediti nelle vendite a rate e la riduzione del carico fiscale sull’ipoteca legale e sulle dismissioni degli immobili pubblici strumentali.

 

La novità assoluta che potrebbe aiutare i cittadini all’acquisto della prima casa è il rent to buy, uno schema più flessibile di acquisto che permette di non ricorrere al mutuo e di diventare proprietari dell’immobile in cui si vive con un pagamento a rate analogo all’affitto. Il rent to buy  ‘E’ indirizzato alle famiglie giovani e per immobili al di sotto dei 250 mila euro per i quali si può arrivare a una rata corrispondente al canone di locazione’, spiega il presidente del Consiglio superiore del notariato, Maurizio D’Errico. Le proposte, se accettate e approvate, potrebbero far ripartire il settore immobiliare.

gc 

Questo articolo è stato letto 10 volte.

acquistare casa, acquisto prima casa, casa

Comments (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net