ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Lombardia: Fontana, 'servono più medici e infermieri, è questo vero problema'-Calcio: Allegri, 'De Ligt ha recuperato e gioca'-A Ferrarelle il Premio Sustainability Award-**Calcio: Dazn, 'soddisfatti da clima di collaborazione con Lega Serie A'**-**Azione: Calenda, 'c'è da ricomporre Italia seria, un pezzo sta a destra e uno a sinistra'**-**Azione: Calenda, 'Iv? Noi apertissimi ma business e politica non stanno insieme'**-Baldino (Cdp): "La sfida è assicurare cibo a tutti riducendo impatti ambiente"-Milano: arrestati autori di otto rapine, agivano in gruppo di notte-L. Bilancio: Marattin, 'taglio tasse di 8 mld, chiesto 'sforbiciata' a due cifre'-Centrosinistra: Boccia, 'Calenda inaccettabile, così è lui che si pone fuori'-Mafia: ergastolo ostativo, proposta di legge della Fondazione Falcone-Mafia: ergastolo ostativo, proposta di legge della Fondazione Falcone (2)-Giornalisti: Salini (Fi), 'enorme dolore per Amicone, era un fratello'-Centrodestra: Calenda a Carfagna, 'chiudere stagione rabbia? Giusto'-Chirurgia, De Dominicis (Johnson & Johnson): “Digitalizzazione parola chiave per ripartire”-Calcio: Serie A, in corso Assemblea con tutte le società presenti-Covid: parenti vittime Trivulzio, 'non escludiamo opposizione a richiesta archiviazione'-Calcio: Juventus, De Ligt torna in gruppo alla vigilia del match con lo Zenit-Giornalisti: Fontana e Galli, 'cordoglio e vicinanza a familiari Amicone'-Chirurgia, Polo (Ethicon): “In prima linea contro le infezioni ospedaliere”

È giusto fare il tavolo dei bambini?

Condividi questo articolo:

Ecco perché si dovrebbe rinunciare a dividere i tavoli per età, durante le numerose cene nei periodi di festa

Le vacanze dovrebbero essere il tempo della famiglia, ma come è possibile che i bambini vengano relegati in un angolo a parte, durante il pasto più importante dell’anno?

È chiaro che c’è un motivo per cui questo accade: la logica dei tavoli separati esiste perché magari non c’è abbastanza spazio per stare tutti intorno allo stesso tavolo o magari perché la necessità di due menù separati spinge a separare anche gli spazi o anche solo perché gli adulti preferiscono rilassarsi e, fare un pasto insieme ai piccoli, impazienti di potersi liberare del pranzo o della cena per andare a giocare, è motivo di ansie.

Ma la domanda è: queste motivazioni giustificano davvero la pratica dei tavoli separati? No, durante le feste, tutti dovrebbero mangiare insieme.
Innanzitutto, i bambini imparano dagli adulti con l’osservazione. Anche se non sembrano interagire, guardano, ascoltano e assorbono le conversazioni che accadono intorno a loro – più tardi le imiteranno e rimugineranno sugli argomenti di discussione.

In secondo luogo, i bambini rispondono bene alle alte aspettative: se si crea una tavola e lo si fa insieme a loro, abbellendo e decorando anche con il loro gusto, impareranno a rispettare la tavola, ad essere educati – mentre, molto probabilmente, lasciati da soli, senza la sorveglianza di un adulto, finirebbero a fare un casino incredibile. Le cene di famiglia sono il modo migliore per imparare a stare a tavola con educazione a seguire l’etichetta.
Inoltre, i bambini hanno bisogno di vedere gli adulti mangiare cibo vero e proprio, al fine di imparare ad amare se stessi, ad apprezzare una gamma di prodotti alimentari più vasta, a capire come si possono gustare le odiate verdure con piacere.

E infine, stare seduti con gli adulti, fa sentire i bambini come membri preziosi della famiglia, parti importanti del gruppo, rispettati e spinti ad essere persone migliori, accettate perché accettabili.
Quest’anno, allora, cerchiamo di stare tutti insieme.

Questo articolo è stato letto 102 volte.

bimbi, cena, Educazone, famiglia, Natale, Socialità, Tavolo dei Bambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net