ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Primavera fredda e piovosa: uccelli decimati

Condividi questo articolo:

I  piccoli uccelli migratori, ma anche i pulcini e gli uccelli acquatici, sono stati decimati da questa primavera fredda e piovosa

 

I piccoli uccelli migratori sono stati decimati dal freddo e dalle piogge che hanno caratterizzato questa primavera 2013, appena lasciata alle spalle. Di risposta, gli uccelli hanno deposto le ‘covate di rimpiazzo’ e non si possono permettere un nuovo fallimento o perderanno un’intera annata di riproduzione.

A fare il primo bilancio di quello che questa primavera fredda ha causato è Fernando Spina, dirigente di ricerca dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). ‘Le condizioni per i migratori quest’anno sono state critiche fino a pochi giorni fa – racconta Spina – e con una primavera così fredda le prime rondini si sono ritrovate svantaggiate, molti animali sono morti’.

A causa della primavera fredda e piovosa anche i primi pulcini ‘hanno sofferto una forte mortalità’: i piccoli, infatti, non sono riusciti a mantenere il calore corporeo nel nido durante le lunghe assenze dal nido degli adulti a caccia di insetti, anche quest’ultimi diventati rari a causa delle piogge.

 

Male anche per gli uccelli che abitano le zone umide: si sono ritrovati con il nido sommerso dalle esondazioni dei fiumi. A Comacchio, nelle saline di Cervia ed a Punta alberete, nell’area del Delta del Po, tantissimi gli uccelli acquatici morti a causa delle inondazioni.

(gc)

Questo articolo è stato letto 8 volte.

primavera, primavera fredda, primavera uccelli, uccelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net