ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Indagine Eikon, italiani e aziende impegnati verso la sostenibilità, futuro da costruire insieme-Ischia, Musumeci: "Attenzione a parlare di condono, è ciò che è sanabile"-Al via 21ma edizione Premio L’Oréal-Unesco per le giovani under 35-Inveo group lancia il white paper sul binomio Esg-privacy-Milano: siglato in prefettura protocollo per vittime di usura, estorsione e terrorismo-Manovra: Calenda, 'in Paese normale FI non la saboterebbe e opposizione non in piazza'-**Calcio: il supertifoso Linus, 'con la Juve da un sogno siamo precipitati in un incubo'**-Manovra: Calenda, ‘mandato a Pd proposte, no risposta’/Rpt-Twitter: Musk contro Apple, 'ha smesso di fare pubblicità. Odia libertà di parola?'-**Copasir: in pole Guerini, dem 'accordo con M5S? Vediamo ai voti'**-Il fratello di Becciu alla Zambrano: "Porta la registrazione del Papa, ordine di A"-Inchiesta Altroconsumo, per scelte sostenibili dare più informazioni-Caso Yara: giovedì sul Nove prima puntata 'Sulle tracce dell’assassino. Il caso Yara'-Airbnb, su affitti brevi sì a regole nazionali e tutele per i centri storici-Manovra: Calenda, ‘ci siamo impegnati a non fare ostruzionismo’-Manovra: Calenda, ‘incontro con Meloni molto positivo, nel merito’-Qatar 2022: comitato organizzatore, morti tra 400 e 500 lavoratori in progetti per Mondiali-Singapore: parlamento abroga il divieto di relazioni omosessuali-Salario minimo: Sarracino (Pd), 'questione sociale non rinviabile'-Calcio: tutti gli aspetti di un tecnico, la lezione di Spalletti a Coverciano
piccola luna

Un’altra piccola Luna gira intorno alla Terra

Condividi questo articolo:

piccola luna

La Terra ha un’altra piccola luna che si è staccata da quella più grande

Nel 2016, gli scienziati hanno scoperto che la Terra ha una seconda Luna che, a differenza della sua sorella molto più nota che è visibile nel cielo notturno, circonda il nostro pianeta da 38 a 100 volte la distanza della nostra Luna primaria.

Per anni, l’origine di questa “quasi-luna” è sfuggita agli astronomi. Ma ora, potrebbero aver trovato una risposta.

In un nuovo studio pubblicato su Nature, gli scienziati affermano di aver trovato prove che la quasi-Luna – soprannominata Kamo’oalew, la parola hawaiana per dire “oggetto spaziale in movimento” – è un antico frammento della Luna primaria della Terra. Lo studio spiega che la mini-Luna potrebbe essersi staccata dalla superficie lunare a causa di una collisione epica, in tempo immemorabile, con un asteroide o un altro oggetto astronomico.

Vediamo migliaia di crateri sulla Luna: alcuni di questi materiali espulsi devono rimanere nello spazio“, ha detto al Time Ben Sharkey, autore principale dell’articolo.

Utilizzando un telescopio, il team ha scoperto che Kamo’oalew è costituito da silicati comuni non dissimili da altri asteroidi, secondo quanto riportato dal Time.

Tuttavia, hanno scoperto che la firma infrarossa della quasi-Luna differiva dai tipici asteroidi.

Quella differenza è rimasta un mistero fino a quando Sharkey non ha confrontato i dati con i risultati dei campioni lunari prelevati durante la missione Apollo 14 del 1971. Quel confronto ha rivelato che l’invecchiamento spaziale a cui sono sottoposti i silicati lunari spiegava la differenza nell’attività infrarossa, il che significa che Kamo’oalew probabilmente proveniva dalla nostra Luna primaria.

Visivamente, quello che vedi è silicato alterato“, ha detto Sharkey a Time. “Gli eoni di esposizione all’ambiente spaziale e agli impatti dei micrometeoriti, è quasi come un’impronta digitale ed è difficile non notarlo“.

Anche se la seconda Luna è indubbiamente interessante, non è il caso di affezionarsi troppo.

Secondo lo studio, orbiterà intorno alla Terra per circa altri 300 anni in, prima di sparire, probabilmente buttandosi nel vuoto dello spazio.

Questo articolo è stato letto 49 volte.

asteroide, Luna, piccola luna

Comments (6)

I commenti sono chiusi.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net