ULTIMA ORA:
batteri

Un pasto a base di metallo è possibile, se sei un batterio

Condividi questo articolo:

batteri

Scoperti alcuni batteri che possono mangiare il metallo

È stato appena scoperto un batterio che è in grado di divorare il manganese metallico e usarlo come fonte di nutrimento.

Jared Leadbetter, un microbiologo ambientale della Caltech, ha scoperto questa specie di batteri quasi per caso, dopo aver lasciato i vetrini immersi nell’acqua del rubinetto dopo aver condotto degli esperimenti con il manganese.

Il giorno successivo, secondo un comunicato stampa dell’università, ha trovato gli strumenti rivestiti in uno strano film: i rifiuti lasciati dopo che i batteri si erano goduti il pasto.

Ci sono altri batteri che consumano il manganese, ma questa è la prima specie che può chemiosintetizzarlo in combustibile utile e lasciarsi alle spalle ossidi di manganese.

Un tale batterio è stato a lungo teorizzato e ricercato, ma nessuno l’aveva mai trovato prima.

Leadbetter suggerisce che la scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, potrebbe aver risolto il mistero delle tubature dell’acqua nella zona.

“Esiste tutta una serie di pubblicazioni di ingegneria ambientale sui sistemi di distribuzione dell’acqua potabile intasati dagli ossidi di manganese”, ha affermato Leadbetter nel comunicato. “Ma come e per quale motivo viene generato tale materiale è rimasto un enigma. Chiaramente, molti scienziati hanno ritenuto che i batteri che usano il manganese per produrre energia sarebbero potuti esserne responsabili, ma fino ad ora non erano disponibili prove a sostegno di questa idea“.

La scoperta potrebbe infine spiegare le peculiari sfere di manganese che punteggiano il fondo oceanico: è possibile che grandi colonie di batteri sfuggenti, o qualcosa di simile, possano averle gradualmente costruite.

 

Questo articolo è stato letto 37 volte.

batterio, manganese, mangiare, metallo

Comments (6)

I commenti sono chiusi.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net