ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Elezioni: Conte, 'centrodestra maggioranza in Parlamento, non nel Paese'-Elezioni: Conte, 'cittadini hanno scelto Fdi, giusto centrodestra governi'-Elezioni: Conte, 'legge elettorale inganno, m5s primo al sud'-Elezioni: Conte, 'gruppo dirigente Pd si assuma responsabilità, centrodestra ha vinto'-Elezioni: Conte, 'Di Maio? Voglio ricordare battaglie vinte insieme'-Elezioni: Conte, nessun cartello o coalizione con Pd, vedremo se farà battaglie opposizione'-Elezioni: Conte, 'sentito Grillo su risultati, è vicino e partecipe'-Elezioni: Conte, 'ribaltate previsioni, cittadini vogliono M5S in Parlamento'-**Elezioni: Pd delude, tra i dem non escluso passo indietro Letta**-Elezioni: pizza e birre, cena come ai tempi di P.Chigi per Conte e i suoi nella sede M5S-Elezioni: Serracchiani, 'risultato terzo polo non all'altezza aspettative'-Elezioni: Serracchiani, 'destra maggioranza in Parlamento ma non nel Paese'-**Elezioni: in Campania, Sicilia e Calabria M5S primo partito**-Elezioni: Serracchiani, 'non possiamo non attribuire vittoria a destra'-**Elezioni: Conte tiene e tallona Pd, 'resuscita' M5S e sfiora il 16%**-Elezioni: Serracchiani, 'serata triste ma Pd prima forza opposizione'-Elezioni: Serracchiani, 'a destra risultato Lega deve aprire riflessione'-**Elezioni: anche Fico arrivato in sede M5S**-Elezioni: Attali, 'quello che accade oggi in Italia rischia di accadere in Francia senza programmi seri'-**Elezioni: da primi dati Pd sotto soglia 20%, ancora nessun commento in sala stampa'**
pozzi di fracking

Vivere vicino ai pozzi di fracking fa male alla salute?

Condividi questo articolo:

pozzi di fracking

A svelarlo una nuova ricerca

Secondo i risultati di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Environmental Research, le persone che vivono vicino ai pozzi di fracking corrono un rischio maggiore di essere ricoverate in ospedale o di perdere la vita a causa di attacchi di cuore.

Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno confrontato i tassi di ricoveri e decessi per infarto nelle contee della Pennsylvania, dove abbondano i pozzi di fracking, con quelli di New York, dove il fracking è vietato.

Per chi non lo sapesse, il fracking o fratturazione idraulica, è una tecnica geologica di sfruttamento della pressione di un fluido al fine di perforare una roccia contenente idrocarburi per migliorare la produzione di petrolio o gas.

I ricercatori hanno scoperto che dal 2005 al 2014, i tassi di ospedalizzazione e di morte in Pennsylvania sono stai superiori dall’1,4% al 2,8% rispetto a New York e che il tasso di mortalità è stato ampiamente influenzato dalla densità dei pozzi di fracking in un’area.

“C’è una vasta letteratura che collega l’inquinamento atmosferico con una cattiva salute cardiovascolare e attacchi di cuore, ma questo è davvero il primo studio a esaminarlo dal punto di vista della popolazione correlata al fracking”, ha detto a Environmental Health News Elaine Hill, ricercatrice presso il Centro medico dell’Università di Rochester e coautrice dello studio.

Ne consegue che gli uomini di mezza età che vivono in Pennsylvania avevano il 5,4% di probabilità in più di morire per infarto rispetto a quelli di New York.

Lo studio non ha tenuto conto dei fattori legati allo stile di vita, come il fumo, ha considerato principalmente la densità dei pozzi di fracking e l’accesso all’assicurazione sanitaria, che può influire sulle cure mediche – gli autori dello studio si sono detti preoccupati dal fatto che la maggior parte dei pozzi di fracking si trova nelle aree rurali, dove l’accesso all’assistenza sanitaria è inadeguato e molti casi potrebbero essere non denunciati.

Come ha detto Hill a Environmental Health News, dovrebbero essere intraprese azioni per proteggere le comunità se questi siti di fracking non possono essere chiusi.

 

Questo articolo è stato letto 20 volte.

attacchi di cuore, morte, pozzi di fracking

Comments (2)

I commenti sono chiusi.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net