ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
vaccino

Ultime notizie sul Covid19: quanto tempo ci mette il vaccino della Pfizer ad essere efficace?

Condividi questo articolo:

vaccino

I tempi di somministrazione del vaccino e le sue percentuali di efficacia sono centrali per capire quando e come saremo protetti

Si chiamano Margaret Keenan e William Shakespeare le prime due persone che sono state vaccinate con il vaccino Pfizer/BioNTech contro il Coronavirus in Gran Bretagna.

I due anziani sono diventati il simbolo della speranza (molto poetica, visto il nome del secondo) di poter battere questa terribile pandemia.

Grazie alle prime profilassi, la casa produttrice del vaccino ha potuto spiegare le tempistiche che permetteranno ai vaccinati di potersi dire protetti.

Il vaccino viene somministrato in due dosi, l’una a 21 giorni di distanza dall’altra, e nel giro della settimana successiva si ha l’efficacia.

Un mese in tutto, quindi – anche se Ugur Sahin, ceo e co-fondatore di BioNTech, ha detto che “un alto tasso di protezione contro Covid può essere raggiunto molto rapidamente già dopo la prima dose”.

Secondo quanto riportato dal New York Times, la Food and Drug Administration ha confermato l’alto tasso di protezione dopo la prima dose in un documento di analisi del vaccino, stilato per permettere agli Stati Unito di decidere se autorizzare o meno l’uso del vaccino – l’analisi fatta è molto positiva e il vaccino, definito sicuro ed efficace, viaggia a passi spediti verso l’approvazione ufficiale.

Per quanto riguarda la percentuale di efficacia, che come ricordiamo è del 95%, intanto si può dire che è parecchio alta rispetto ad altri vaccini, ma ovviamente fa comunque rimanere una piccola percentuale di dubbio che non funzioni per tutti.

Gli scienziati hanno risposto a questo questito spiegando che, anche quando non è efficace sul singolo, un vaccino comunque ha le sue conseguenze generali: nella fase 3 dello studio, infatti, le persone che si sono infettate nonostante il vaccino (quel 5% mancante) comunque non hanno sviluppato una forma forte della malattia.

Dei 200.000 milioni di dosi che arriveranno in Europa, 27 milioni saranno per l’Italia: è con quelle che cominceremo la nostra battaglia.

 

Questo articolo è stato letto 41 volte.

coronavirus, COVID19, Gran Bretagna, vaccino, virus

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net