ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Libia: le prime parole del comandante ferito a Mazara 'Sono vivo'-Libia: l'abbraccio del comandante ferito con i familiari-Covid Germania, superati i 3,5 milioni di contagi da inizio pandemia: le news-Brasile, strage nella favela di Rio: i morti sono 28-Libia: sindaco Mazara, 'incontrerò i ministri Di Maio e Guerini'-**Libia: al porto di Mazara anche i Carabinieri della Scientifica per i rilievi sul peschereccio**-Libia: peschereccio Aliseo entra al porto di Mazara-Libia: Aliseo scortato da una motovedetta dalla Guardia costiera-Libia: il comandante Giacalone ferito con una vistosa fasciatura sulla testa-Libia: atteso a Mazara l'arrivo del peschereccio 'Aliseo' attaccato dalla Guardia costiera libica-**Covid: ieri 505mila vaccini, oltre 23 mln dosi somministrate da inizio campagna**-Infortuni: Gambardella (Cisl Basilicata), costituire tavoli di crisi sulla sicurezza-Covid: Draghi, da Ue 80% export vaccini, altri Paesi rimuovano blocchi, bene Biden-Covid: Draghi, a big pharma ingenti risorse pubbliche, restituiscano a chi ha bisogno-Covid: Draghi, se ben congegnata deroga brevetti non è disincentivo per chi produce-Covid: la via di Draghi sui brevetti, 'deroga a tempo e stop blocco export vaccini'-Covid: la via di Draghi sui brevetti, 'deroga a tempo e stop blocco export vaccini' (2)-Giustizia: Salvini, 'referendum un aiuto a Draghi, nessuna sfiducia verso Cartabia'-Ue: Sassoli, 'nessuno resti indietro, ora tocca a noi'-Covid: Von der Leyen, 'ragioniamo ma deroga brevetti non risolverà problema'

Share The Meal: la app contro la fame nel mondo

Condividi questo articolo:

Le app non servono solo a giocare e chattare, possiamo anche aiutare i bimbi delle zone più povere del mondo

Si chiama ‘Share The Meal‘ e tra milioni di app create per giocare o lavorare si distingue perché ha come obiettivo la solidarietà. E parliamo di misure concrete, non di buone intenzioni da diffondere come status sui social network.

Il ragionamento alla base della app è semplice (quanto tragico): sfamare un bambino nelle aree povere del mondo costa 40 centesimi al giorno e al mondo ci sono 20 volte più smartphone che bimbi affamati, quindi perché non utilizzarli per risolvere il problema?

Grazie a Share The Meal è possible fare delle semplici donazioni tramite paypal o carta di credito per combattere la fame nel mondo. Si può selezionare se donare un giorno di pasti (40 cent), una settimana (2.80) o un mese (12). La donazione massima è di 146 euro e garantisce l’alimentazione di un bimbo per un intero anno.

Share The Meal è patrocinata dal World Food Programme delle Nazioni Unite e le nazioni destinatari delle donazioni cambieranno nel corso del tempo. 

 

 

Questo articolo è stato letto 5 volte.

app, fame nel mondo, Share The Meal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net