Prendere una molecola con una pinzetta

Condividi questo articolo:

Arrivano dalla scienza delle pinzette molto speciali

Per la prima volta, gli ingegneri hanno costruito delle pinzette ottiche che hanno delle dimensioni tali da poter essere in grado di afferrare singole biomolecole e proteine ​​senza danneggiarle: un enorme miglioramento per la tecnologia.

Le pinzette ottiche esistenti, che sono dispositivi in ​​grado di intrappolare e manipolare piccoli oggetti utilizzando laser altamente focalizzati, non potrebbero afferrare nulla di più piccolo di un globulo rosso.

Ma le nuove nano pinzette possono raccogliere singole proteine ​​e molecole di DNA, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Nanotechnology.

Gli ingegneri della Vanderbilt University che le hanno costruite sperano che grazie a questa innovazione i medici saranno in grado di diagnosticare malattie come l’Alzheimer anche prima.

Le nuove nano-pinzette, che tecnicamente sono chiamate pinzette opto-termo-elettroidrodinamiche (OTET), utilizzano un laser che intrappola e solleva singoli oggetti piccoli anche solo dieci nanometri – senza mirare direttamente all’oggetto e danneggiarlo con la luce intensa.

“Abbiamo sviluppato una strategia che ci consente di pinzare oggetti estremamente piccoli senza esporli a luce o calore ad alta intensità che possono danneggiare la funzione di una molecola”, ha detto in un comunicato stampa il ricercatore capo Justus Ndukaife .

“La capacità di intrappolare e manipolare oggetti così piccoli ci dà la capacità di comprendere il modo in cui il nostro DNA e altre molecole biologiche si comportano in grande dettaglio, a livello singolare”.

Essere in grado di isolare, classificare e indagare singole proteine ​​sarebbe estremamente prezioso per i medici che indagano su un paziente per trovare segni di malattie neurodegenerative – come il morbo di Alzheimer, appunto.

“Il cielo è il limite quando si tratta delle applicazioni di OTET”, ha detto Ndukaife nel comunicato.

 

Questo articolo è stato letto 15 volte.

alzhaimer, biomolecole, molecole, pinzette ottiche, proteine

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net