studentessa scopre molecola

COVID19: la scoperta di una quattordicenne potrebbe fermare la pandemia

Condividi questo articolo:

studentessa scopre molecola

Una studentessa di 14 anni scopre una molecola che potrebbe legarsi al virus SARS-CoV-2 e inibirlo

Mentre ci prepariamo a una seconda ondata di alti contagi causati dal virus SARS-CoV-2, sono diversi i centri di ricerca e le istituzioni che stanno cercando delle soluzioni per fermare l’implacabile avanzare della pandemia.

Per questo è molto interessante la notizia che riguarda la quattordicenne Anika Chebrolu di Frisco, nel Texas, che è appena nominata da 3M e Discovery Education come vincitrice della 3M Young Scientist Challenge 2020, il principale concorso di scienze per le scuole medie negli Stati Uniti.

A rendere interessante la notizia è il fatto che Anika, grazie a una metodologia in-silico per la scoperta dei farmaci, è riuscita a individuare una molecola in grado di legarsi selettivamente alla proteina spike del virus SARS-CoV-2 e inibirla, creando una possibilità per bloccare l’ingresso del virus nella cellula.

Durante la ricerca, Anika ha esaminato milioni di piccole molecole e, grazie all’uso di numerosi software, è riuscita a trovare quell’unica molecola cercata, che potrebbe diventare la base per la creazione potenziale di un farmaco per il trattamento efficace e quindi la cura del COVID-19.

Il progetto della giovane è stato premiato durante una cerimonia tenuta online per la prima volta nella storia della 3M Young Scientist Challenge: i dieci finalisti sono stati valutati su una serie di parametri e sulla presentazione finale del loro lavoro.

Ognuno di loro, nei tre mesi precedenti all’esame finale, era stato seguito da uno scienziato di 3M che, in qualità di mentore, lo aveva affiancato nel trasformare la sua idea in un prototipo fisico – Anika ha lavorato in coppia con la Dott.ssa Mahfuza Ali, una scienziata aziendale della divisione risorse materiali di 3M e un nuovo membro della Carlton Society.

I finalisti hanno ricevuto una serie di premi da parte delle società promotrici.

La finalista ha ricevuto un riconoscimento in denaro del valore di 25.000 dollari, il prestigioso titolo di “America’s Top Young Scientist”, e un viaggio con una destinazione speciale.

La speranza è che Anika e gli altri concorrenti mantengano, crescendo, la loro voglia di creare, imparare e risolvere e che la scoperta che ha decretato la vittoria del primo premio di questo concorso ci sia veramente di aiuto nell’incredibile lotta in corso contro un nemico invisibile ma potentissimo.

Speriamo.

 

Questo articolo è stato letto 74 volte.

bloccare virus covid19, quattordicenne, scopre molecola, studentessa

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net