ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Famiglia: Draghi, 'assegno unico strumento semplice ed equo'** (F)-Famiglia: Draghi, 'bene collettivo che Stato deve tutelare'-Famiglia: Draghi, 'sicurezza e stabilità per consentire a giovani di fare figli'-Famiglia: Draghi, 'da politiche adottate dipende futuro, governo c'è e ci sarà'-Violenza su donne: dopo Cdm conferenza stampa con tutte le ministre-Fisco: fonti, 'governo valuta contributo solidarietà per redditi oltre 75mila euro'-Fisco: fonti, 'riduzione cuneo contributivo per le fasce più deboli per il 2022'-Pari opportunità, Manageritalia: parte legge su parità salariale e donne trainano crescita dirigenti-Centrodestra: Salvini, 'Toti al lavoro con Renzi? Auguri...'-Centrodestra: Cesa ad alleati, 'dobbiamo mettercela tutta e fare quarta gamba'-Lavoro: Fedeli (Pd), 'da oggi in vigore parità salariale, ora tocca a imprese'-Governo: Rosato, 'per politica famiglie risorse straordinarie'-L'infettivologo Tascini: "Con varianti Covid puntare ancora di più su monoclonali"-**Manovra: Guerra, 'su taglio tasse valutazioni in corso anche su richieste sindacati'**-Covid: Perantoni, 'da Merkel riconoscimento anche a Conte'-**Manovra: cabina regia conferma schema taglio tasse, 7 mld Irpef e 1 Irap**-**Udc: al via assemblea nazionale con inno di Mameli**-Centrodestra: Saccone apre Assemblea nazionale Udc, 'senza di noi non si governa Paese'-Governo: Prodi, 'con Draghi o no, la legislatura finirà in ogni modo'-Quirinale: Prodi, 'all'estero più tranquilli con scelte serene e condivise'

Salute: prelievi piu’ sicuri grazie al dispositivo ad infrarossi che mappa le vene

Condividi questo articolo:

Un nuovo dispositivo sviluppato dal personale medico della Croce Rossa Australiana è in grado di mappare esternamente le vene del paziente prima di un prelievo

Prelievi più sicuri grazie ad un nuovo dispositivo con luce ad infrarossi in grado di ‘mappare’ esternamente le vene del paziente. La tecnologia per ridurre a ‘zero’ il margine di errore del personale sanitario durante il prelievo del sangue arriva direttamente dalla Croce Rossa Australiana.

Niente paura quindi: il nuovo dispositivo consentirà agli infermieri di individuare le vene prima dei prelievi, evitando così quei tentativi che talvolta non vanno a buon fine e che scatenano l’ansia dei donatori e dei pazienti che si devono sottoporre agli esami del sangue.

Il nuovo dispositivo funziona in modo molto semplice: dopo aver orientato la luce ad infrarossi sulle braccia del paziente, vengono evidenziate istantaneamente le vene sulla pelle. Le vene infatti contengono emoglobina deossigenata, che assorbe gli infrarossi generando
una mappatura dei vasi sanguigni in tempo reale.

Attualmente, il dispositivo non è ancora stato del tutto brevettato, ma in Australia verranno presto effettuati dei test su 300 volontari che doneranno il sangue per la prima volta e su 600 donatori abituali tra i 18 e i 30 anni. I ricercatori sperano che attraverso l’utilizzo di questo
nuovo sistema si possa incrementare il numero di donatori del sangue. In attesa che il dispositivo ad infrarossi possa essere esportato anche in altre realtà (tra cui l’Italia ovviamente) è possibile consultare questo sito per avere maggiori informazioni.

ml

Questo articolo è stato letto 21 volte.

mappa vene sangue, mappatura vene, sangue, vene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net