ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Gambe bioniche: speranza per chi ha subito l’amputazione

Condividi questo articolo:

Un progetto italiano presenta le gambe artificiali che aiuteranno a camminare coloro che hanno perso gli arti inferiori

Si chiamano Cyberlegs e sono il frutto del primo progetto al mondo che ha unito protesi e robot indossabili. Promettono di far camminare senza fatica coloro che hanno subito l’amputazione degli arti inferiori.

Cyberlegs è un progetto coordinato dall‘istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Il coordinatore del progetto, Nicola Vitello, ha spiegato all’ANSA: ‘si tratta di un insieme di tecnologie che aiutano a tornare a camminare in modo naturale’. 

‘Stanno aumentando le persone anziane amputate e per loro poter lasciare stampelle e sedie a rotelle è un grande successo’, ha aggiunto Maria Chiara Carrozza, ex-ministro dell’istruzione, fondatrice e coordinatrice del progetto fino al 2013.

Negli Stati Uniti hanno progettato anche l’auto elettrica per i disabili: permette l’ingresso nell’abitacolo direttamente con la sedia a rotelle e un sistema blocca la sedia prima che il motore venga acceso.

a.po

 

 

 

Questo articolo è stato letto 9 volte.

'istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Cyberlegs, Maria Chiara Carrozza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net