ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

Un pannello solare che si apre come un fiore

Condividi questo articolo:

L’ultima versione del sistema di alimentazione solare portatile Smartflower POP produce il 40% in più di energia del primo prototipo

Alla base del progetto Smartflower POP c’è la volontà di combinare tecnologia intelligente e generatori di energia pulita e questa è anche la nuova grande tendenza nell’industria delle energie rinnovabili. Questo sistema di alimentazione solare intelligente è nato nel 2010, ma i suoi sviluppatori non hanno mai smesso di lavorarci, tanto che l’ultima versione promette ormai una produzione di energia che è del 40% in più di quella del primo prototipo creato.

Grazie ai miglioramenti, il sistema soddisfa sempre di più le volontà dei proprietari di case private che vogliono una fonte di energia sostenibile. 

Si tratta di un sistema composto da una corona di pannelli solari a forma di petali che si aprono automaticamente a ventaglio ogni mattina: per garantire l’efficienza, Smartflower POP pulisce i suoi 18 metri quadrati di celle solari ogni giorno all’alba e poi si posiziona di fronte al sole in modo da poter iniziare immediatamente la produzione di energia. Durante tutta la giornata, il sistema traccia la posizione del sole in modo da garantire che i pannelli solari abbiano sempre un’inclinazione ottimale per catturare l’energia solare.

Oltre a tutte queste abilità, Smartflower POP, è anche disponibile in una varietà di colori alla moda ed è completamente portatile, in modo da rendere più semplice spostarlo da una sede all’altra quando i proprietari decidono di trasferirsi. L’azienda produttrice ha sottolineato che questo generatore offre ai proprietari davvero moltissima potenza, non solo quella che serve ai soliti dispositivi elettronici che ci sono in una casa. Inoltre è un prodotto sofisticato, facile da usare e da montare (richiede solo un’ora per l’installazione); i proprietari possono controllare il loro accumulo di energia e il suo utilizzo, visto che possono dirigerla dove vogliono.

Questo articolo è stato letto 129 volte.

energia, energia solare, rinnovabili, Smartflower pop, solare

Comments (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net