ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Grappa: aumenta domanda prodotti premium e invecchiati, export +32% tra 2019 e 2022-Chiari (Cameo): "Parità genere centrale, dopo certificazione puntiamo a nostro Manifesto"-Imprese: Epar, contributo a fondo perduto per Academy aziendali anche per pmi-Cida, il 28 febbraio open day per petizione 'Salviamo il ceto medio'-Vino: Suavia, con 'I luoghi' il racconto di una famiglia e della sua terra-'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"

Paillettes biodegradabili

Condividi questo articolo:

Un designer trasforma la cellulosa in paillettes senza plastica per migliorare la sostenibilità anche nelle parti più piccole create dalla moda

Nel tentativo di rendere l’industria della moda (sempre) più sostenibile, la designer Elissa Brunato ha sviluppato la Bio Iridescent Sequin, un progetto di ricerca e design dei materiali che trasforma la cellulosa in scintillanti paillettes biodegradabili di varie forme e dimensioni. Create in collaborazione con gli scienziati dei materiali Hjalmar Granberg e Tiffany Abitbol del RISE Research Institutes of Sweden, queste paillettes ecocompatibili offrono un’alternativa compostabile alle paillettes convenzionali, che sono tipicamente realizzate in plastica di petrolio o resine sintetiche. 

Questo nuovo bio-materiale, che viene proposto come una delle soluzioni possibili per un’economia tessile circolare, è creato in laboratorio utilizzando biotecnologie che hanno prodotto una vasta gamma di campioni di diversi colori e dimensioni. Tutte le diverse paillettes sono state realizzate a partire dalla cellulosa, una risorsa naturalmente abbondante che viene comunemente ottenuta dalla pasta di legno e dal cotone. Come la plastica, la cellulosa può essere manipolata per creare un materiale leggero e resistente, ideale per realizzare paillettes e con l’ulteriore vantaggio di essere compostabile.

Le paillettes ecologiche sono state create ridisegnando le forme sulla base della struttura cristallina della cellulosa, di cui sono state sfruttate anche le naturali proprietà di rifrazione della luce; questo ha permesso di ottenere colori luccicanti e iridescenti senza l’utilizzo di sostanze chimiche.

Un nuovo approccio molto interessante per rendere rinnovabili anche le più piccole componenti dei tessuti che, forse, proprio per questo sono le più pericolose.

Questo articolo è stato letto 820 volte.

bio-materiale, biodegradabile, cellulosa, moda, paillettes, paillettes biodegradabili, sostenibilità

Comments (21)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net