Ecoinvenzioni: lo scanner per la qualita’ delle strade che riduce l’inquinamento

Condividi questo articolo:

Il nuovo scanner PPS, sviluppato da alcuni ricercatori tedeschi, riesce a misurare il deterioramento delle strade, riducendo in questo modo i consumi di carburante delle auto

Lo scanner che misura la qualità delle strade e riduce l’inquinamento, è l’innovativa soluzione hi-tech proposta nell’ambito della mobilità sostenibile. Si tratta, in pratica, di un dispositivo laser in grado di catturare le immagini del manto stradale e di misurare con precisione lo stato di deterioramento delle carreggiate.

Lo scanner che misura la qualità delle strade, denominato Pavement Profile Scanner (PPS), è stato recentemente realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Istituto Fraunhofer di tecnologia per le misure fisiche (Germania), allo scopo di ridurre il consumo di carburante e i rischi di incidenti e danni da parte delle auto in corsa.

Lo scanner ‘PPS’ per la qualità delle strade, riesce a prevenire, in particolare, l’eccessivo deterioramento delle carreggiate che, proprio a causa di un percorso troppo dissestato, finisce per determinare delle sollecitazioni ‘dannose’ ed un consumo eccessivo di carburante lungo il tragitto delle auto (con livelli di inquinamento stradale conseguentemente più alti).

Lo scanner ‘PPS’ per la qualità delle strade, (in grado di ottenere le informazioni relative allo stato di salute di una carreggiata larga fino a 4 metri), deve essere posizionato, per poter funzionare, a circa 3 metri di altezza rispetto alla superficie asfaltata, possibilmente sopra un mezzo mobile in grado di percorrere tutto il tragitto che deve essere monitorato. Dopo aver effettuato questo fondamentale ‘passaggio’, il dispositivo sarà in grado di inviare un segnale laser, riflesso da una serie di specchi, che consentiranno una mappatura veloce e completa (ad alta risoluzione) di tutta la strada.

Lo scanner ‘PPS’ per la qualità delle strade, riesce inoltre ad effettuare le sue misurazioni, fino ad una velocità di 100 km/h, (stando a quanto dichiarato dagli stessi ricercatori). 

Il nuovo scanner ‘PPS’ per la qualità delle strade, rappresenta quindi un sistema di monitoraggio innovativo, in grado sia di contribuire ad una maggiore sicurezza delle auto in viaggio, sia di garantire una riduzione considerevole dei loro consumi di carburante, con notevoli benefici per tutto l’ambiente.

(Matteo Ludovisi)

Questo articolo è stato letto 10 volte.

auto, carburante, inquinamento, laser, scanner, strade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net