ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Governo: Lamorgese ricorda uomini scorta a P.Chigi, 'grati a 2 uomini eccezionali'-Prandini (Coldiretti): "Sviluppo biogas e biometano fondamentale per modello circolare"-Governo: Conte ricorda uomini scorta, 'rimarranno vivi nei nostri cuori'-Giansanti (Confagricoltura), 'Ruolo centrale delle imprese agricole in 'Farming for future' per obiettivi green"-Diabete, da Medtronic sistema automatizzato per infusione insulina-Coronavirus: Salvini, 'cure a domicilio e farmaci che non piacciono a multinazionali'-Dl ristori: Salvini, 'prima di promettere altri soldi pagate quelli già dovuti'-Truffe, Igt: "Sospesi 4 dipendenti Lottomatica"-**Coronavirus: Salvini, 'italiani chiusi in casa e delinquenti liberi'**-Coronavirus: Salvini, 'di tutto per evitare lockdown'-Coronavirus: Salvini, 'problemi a Conte da maggioranza, vogliono rimpasto'-Francia: Salvini, 'altri contagi si diffondono, siamo francesi senza se e senza ma'-Cib lancia 'Farming for Future', roadmap per transizione agricoltura-Pirelli, automobilisti italiani sempre più attenti a pneumatici invernali e all season-Francia: deputato France Insoumise, 'si cerca di destabilizzare, serve unità del Paese'-Francia: deputato France Insoumise, 'si cerca di destabilizzare, serve unità del Paese' (2)-Aliplast e NextChem insieme per il riciclo delle plastiche-Graziano Verdi (Gruppo Italcer), 'innovazione e sostenibilità leve per ripartire in epoca Covid-19'-Coronavirus: Bonaccini, 'da sempre regioni possono stringere rispetto a Dcpm'-Eni: parte programma Human Knowledge in modalità Open di Joule, la scuola per l’Impresa

Auto senza pilota? Resta da risolvere il problema canguri

Condividi questo articolo:

L’auto che si guida da sé ormai è realtà, ma in Australia c’è ancora un problema da superare, o meglio, schivare

Tra qualche anno potremmo smettere di guidare: le auto saranno così intelligenti da farlo per noi. Ormai le auto “driverless” sanno riconoscere la strada, orientarsi lungo un percorso, rilevare le altre auto e riconoscere eventuali pericoli.

C’è un solo problema, che riguarda più che altro gli australiani: il canguro. Infatti i sistemi di tracciamento non riescono a rilevarlo quando è sulla strada. Le macchine riescono a “vedere” cervi, alci e caribù… Ma il canguro è ancora un problema.

“Abbiamo portato i nostri ingegneri in Australia – ha spiegato l’amministratore delegato di Volvo Australia Kevin McCann – per iniziare raccogliere dati su come questi animali si muovono e si comportano in modo che i computer possano capire di più. Stiamo costruendo un sistema che riconosca anche i canguri”.

Infatti il sistema di rilevazione di Volvo è stato progettato in Svezia, dove è stato testato in aree popolate con alci. In seguito la sperimentazione in una riserva naturale di Canberra ha messo in luce il problema con i canguri. Non è una questione da poco perché in Australia i canguri causano più incidenti rispetto ad altri animali: sono responsabili di circa il 90% delle collisioni tra veicoli e animali, anche se la maggior parte di questi non è grave.

Questo articolo è stato letto 7 volte.

auto, Auto a guida automatica, Auto guida automatica, Canguro, Volvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net