ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Intesa Sanpaolo: grande successo per Emba Academy per le imprese-Tacconi: "Maradona resta leggenda, fiero di aver subito quel gol da lui"-M5S: emendamento a manovra per tassare e-cigarette, è corsa a firmarlo-M5S: emendamento a manovra per tassare e-cigarette, è corsa a firmarlo (3)-G20: Gualtieri, 'vogliamo rilanciare tema digital tax'-Ue: Gualtieri, 'con Francia collaborazione per implementazione recovery'-Manovra: Conte, 'voto su scostamento ottimo segnale, dialogo prosegua'-Coronavirus, l'indagine, 86% italiani promuove modello universalistico Ssn-Manovra: 552 sì a Camera a testo maggioranza su scostamento, no contrari (2)-Scaccabarozzi: 'Su vaccino corsa non tra aziende ma contro tempo'-Alluvione a Crotone: l'imprenditrice Turrà, "Milioni di danni al territorio, non dimenticateci"-Lusso: Lunelli (Altagamma), 'in Italia mancano campioni nazionali, auspicabili aggregazioni'-"La chiamavano maternità": Racconto semiserio per mamme imperfette-A2A: accordo di cooperazione con Ardian per sviluppo idrogeno verde-Mes: M5S, 'finché saremo in maggioranza non sarà usato, no a operazioni di Palazzo'-Formazienda, 10 milioni di euro per formare risorse umane-Turismo: Lunelli (Altagamma), 'portare in Italia quello di alto livello'-Lusso: Lunelli (Altagamma), 'Europa può essere protagonista, governo sostenga imprese'-Alluvione a Crotone: l'imprenditrice Turrà, "Milioni di danni al territorio, non dimenticateci"-Lusso: Lunelli (Altagamma), 'e-commerce peserà per 30% vendite nel 2025'

Parte la sperimentazione per i pannelli “mangia-smog”

Condividi questo articolo:

Il progetto europeo per ridurre lo smog nelle città parte dall’Italia 

Modena è la prima città europea a sperimentare i Citytree, innovativi pannelli che mangiano lo smog filtrandolo e abbattendolo, realizzati dalla start up tedesca Green City Solutions. L’obiettivo di City Tree è quello di ottenere una riduzione dell’inquinamento atmosferico e diminuire gli effetti dell’isola di calore.

La campagna sperimentale, che fa parte del progetto europeo “City tree scaler”, durerà fino al 2018 e prevede la misurazione degli effetti, sulla qualità dell’aria e sulla riduzione dei gas serra, prodotti dall’installazione di sei Citytrees in strade a “effetto canyon” (lunghe, strette e intensamente trafficate, come viale Verdi) o caratterizzate da alti flussi di traffico dell’area urbana di Modena.

Il programma per il contrasto ai cambiamenti climatici Climate-Kic è finanziato dall’Unione Europea.

I pannelli sono strutture autoportanti lunghi 3 metri, alti 4 e profondi 60 centimetri che supportano specifiche colture di muschio e piante vascolari che “divorano” polveri sottili (Pm10), biossido di azoto e ozono producendo, secondo i risultati dei test di laboratorio effettuati finora, lo stesso effetto di 275 alberi ma utilizzando meno dell’1 per cento di spazio. Secondo gli sviluppatori questo enorme filtro vegetale è in grado di rimuovere dall’aria circostante 240 tonnellate di CO2.

Le misurazioni saranno effettuate dai ricercatori di Isac-Cnr dell’Area della ricerca Cnr Bologna e Lecce con il coordinamento di Proambiente, consorzio di ricerca di Bologna applicata e sviluppo tecnologico formato da Cnr, università di Ferrara e aziende private che è partner del progetto.

Il Comune di Modena si è proposto come partner per la sperimentazione attraverso l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile (Aess) di cui è socio fondatore e che è a sua volta affiliata a Climate-Kic.

Climate-Kic, la più grande comunità pubblico-privata a livello europeo nata nel 2010 per diffondere la conoscenza, promuovere l’innovazione nella sfida ai cambiamenti climatici e favorire la creazione di una società “zerocarbon” è stata portata in Italia dal core-partner ASTER, società della Regione Emilia-Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale.

Questo articolo è stato letto 3 volte.

città, City tree, Citytree, Climate-Kic, inquinamento, pannelli, pannello, smog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net