La fattoria di Hello Kitty: l’agricoltura spiegata ai bambini

Condividi questo articolo:

Il personaggio dei cartoni animati guida i più piccoli alla scoperta dell’agricoltura

Come far avvicinare i bimbi all’agricoltura biologica? Ad Hong Kong hanno pensato di unire l’utile (l’educazione) al dilettevole (Hello Kitty).

Il personaggio creato dalla matita di Yuko Shimizu guida i bambini in un percorso di familiarizzazione con l’agricoltura. Potremmo definirlo un orto ‘a tema’ Hello Kitty: la sua immagine è sui cartelloni, sulle mappe, addirittura gli spaventapasseri la riproducono.

L’obiettivo? far capire ai bimbi da dove proviene il cibo che trovano sulla loro tavola. 

Alcuni di loro possono addirittura coltivare il proprio orticello all’interno della fattoria. Inoltre gli ospiti possono incontrare pecore, capre e fare amicizia con il cane della fattoria, che si chiama Hippie.

Hello Kitty rappresenta anche un marchio di gadget di ‘scarsa utilità’; un esempio del consumismo più di impulso, quello che ci spinge a comprare oggetti che realmente non ci servono, ma che desideriamo perché di moda o perché carini, senza una vera ragione. Allo stesso tempo, però, può essere un modo per rendere interessante il mondo dell’agricoltura agli occhi dei più piccoli e indirizzarli verso il rispetto della terra, delle sue stagioni e dei suoi frutti.

a.po

Questo articolo è stato letto 100 volte.

agricoltura, biologico, educazione, Hello Kittie, Hong kong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net