ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Dl ristori: Rem per novembre e dicembre a chi già ne ha beneficiato-Coronavirus: Conte resiste, 'no lockdown imminente', ma Macron e Merkel aprono strada-Coronavirus: Conte resiste, 'no lockdown imminente', ma Macron e Merkel aprono strada (2)-Coronavirus: Vacca (M5S), 'Francia chiude tutto tranne scuole, da Puglia schiaffo'-Italiani e gioco d'azzardo, indagine Swg presentata a convegno Formiche-Giochi, Canali: "Adm pronta ad una strategia di contrasto dell’illegalità"-**Caso Saguto: legale ex giudice, 'cade imputazione su 20 mila euro nel trolley'**-Giochi, Canali: "Adm pronta ad una strategia di contrasto dell’illegalità"-Psa: avvia cessione 7% di Faurecia-Giochi, Baretta: "Lavorare assieme ai Concessionari per recuperare reputazione"-Caso Saguto: duro colpo al 'cerchio magico', 8 anni e mezzo all'ex giudice/Adnkronos (2)-Caso Saguto: duro colpo al 'cerchio magico', 8 anni e mezzo all'ex giudice/Adnkronos (4)-Frosini (Lottomatica Holding): "Necessario riordino sistema giochi"-Caso Regeni: Fioramonti, 'su vendita fregate a Egitto deludente risposta Farnesina'-Espcom: "Superbonus accelera transizione energetica"-**Caso Saguto: legale giudice assolto, 'restituita dignità a magistrato serio e onesto'**-**Caso Saguto: pm Paci, 'finalmente c'è una sentenza'**-Caso Saguto: viene meno il reato di associazione per delinquere-Caso Saguto: legale Cappellano, 'ipotesi accusatoria ha retto solo in parte'-Wekiwi: "Investire in rinnovabili è possibilità di rilancio per economia"

Case di merletti per continuare a sperare

Condividi questo articolo:

L’artista svedese Olek trasforma le facciate di due case con «bombe» di lavorazioni all’uncinetto rosa, grazie all’aiuto di molte donne rifugiate

Una casa in Svezia e una sua controparte in Finlandia che, una volta, erano entità separate e diverse, sono ormai indissolubilmente legate grazie alle macchinazioni creative di un «bombardatrice di merletti» di nome Olek

Con l’aiuto di una squadra di donne siriane e ucraine, la maggior parte delle quali rifugiate, l’artista polacca è riuscita a rivestire le facciate di entrambi gli edifici – dalla punta delle ciminiere fino alla base delle loro fondamenta – con del vibrante lavoro all’uncinetto rosa.

Seguito con l’hashtag #OurPinkHouse (parte uno e parte due), il progetto si è proposto di essere il simbolo di un futuro luminoso e pieno di speranza, in cui tutti dovrebbero avere una casa – durante il mese di agosto tutte le riflessioni e le convinzioni dell’artista sono state espresse sulla sua pagina Facebook.

Olek, il cui vero nome è Agata Oleksiak, non aveva l’obiettivo di fare una dichiarazione politica, non per questo progetto, ma durante la sua lavorazione è stata ad ascoltare tutte le storie delle donne che l’hanno aiutata nella realizzazione dei merletti e ha deciso che quella sarebbe stata la materia sulla quale si sarebbe fatta sentire.

Ascoltare i viaggi, le violenze, gli orrori di tutte le esperienze che quelle donne siriane e ucraine avevano vissuto nei loro Paesi d’origine le ha fatto capire che doveva illustrare l’attuale e pessima situazione presente in tutto il mondo, dove centinaia di migliaia di persone sono sfollate.

Entrambe le #OurPinkHouse mostrano che cosa può fare una comunità quando lavora allo stesso obiettivo e come si può perseguire la promessa di un lieto fine, mettendo da parte tutte le differenze che possono esserci – Paese, ceto sociale, ecc.

Olek ha raccontato che nel suo cuore ci sono le donne, che dimostrano come sempre di saper ricreare se stesse, non importa quanto in basso la vita le ha potute portare, esse tornano sui loro passi e ricominciano, trasformando i pensieri in realtà – di uncinetto rosa, se serve.

Questo articolo è stato letto 57 volte.

#OurPinkHouse, case, Merletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net