ULTIMA ORA:
inquinamento atmosferico

La morte di una bambina è colpa dell’inquinamento atmosferico?

Condividi questo articolo:

inquinamento atmosferico

A Londra, sentenza storica

Una bambina di 9 anni morta per insufficienza respiratoria acuta a Londra è al centro di un caso storico sull’inquinamento atmosferico. Il medico legale Philip Barlow ha stabilito che l’incapacità di mantenere l’inquinamento atmosferico al di sotto dei limiti legali è stata una delle cause della morte di Ella Kissi-Debrah nel 2013.

Racconta The Guardian che Kissi-Debrah viveva a Lewisham, una parte di Londra dove le emissioni di biossido di azoto superano i limiti legali sia nazionali che dell’UE e dove anche i livelli di particolato sono pericolosamente alti – superano le linee guida dell’OMS. Kissi-Debrah viveva a 30 metri dalla South Circular Road.

Stephen Holgate, un immunofarmacologo che ha testimoniato all’udienza, ha detto che l’effetto cumulativo dell’aria tossica che respirava ogni giorno ha causato il suo ultimo attacco acuto d’asma.

La ragazza ha sofferto terribilmente dei suoi problemi respiratori. È andata in ospedale quasi 30 volte nei tre anni precedenti la sua morte e ha avuto molte crisi.

Rosamund Kissi-Debrah, la madre di Ella, ha lottato per anni per ottenere una seconda opinione da un medico legale. I suoi avvocati hanno detto che mettere sotto accusa l’inquinamento atmosferico potrebbe aiutare a sensibilizzare le persone sull’aria tossica come un’emergenza per la salute pubblica. Vogliono che il governo dia la priorità al miglioramento della qualità dell’aria in modo che altre persone con asma acuta non debbano affrontare le stesse conseguenze letali di Ella.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha definito la sentenza del medico legale un “momento storico” per il Paese e un portavoce del governo ci ha tenuto a dichiarare che stanno realizzando un piano da 3,8 miliardi di sterline per ripulire i trasporti e combattere l’inquinamento più dannoso per la salute delle persone.

 

Questo articolo è stato letto 25 volte.

bambina morta per inquinamento atmosferico, inquinamento, inquinamento e salute

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net