Gli pneumatici inquinano

Condividi questo articolo:

Sappiamo come smaltirli?

Per migliaia di anni le ruote sono state fatte di legno o di pietra e non è servita alcuna copertura. Per attutire la corsa è stato poi aggiunto del cuoio sulla superficie, seguito poi dalla gomma solida. Le automobili furono inventate alla fine dell’Ottocento: pneumatici e camere d’aria arrivarono poco dopo.

All’epoca la gomma degli pneumatici proveniva principalmente dagli alberi della gomma, e ciò contribuì alla deforestazione massiva del pianeta. All’alba del Ventesimo secolo, però, le automobili si fecero meno costose e più diffuse: il mondo iniziò ad aver bisogno di più gomma di quanta ce ne fosse disponibile.

I numeri legati alla produzione di pneumatici è impressionante!

In Italia ogni anno si vendono oltre 22 milioni di pneumatici auto, mentre nel mondo oltre 1.5 miliardi.

Se pensiamo inoltre al discorso inquinamento legato al mondo delle automobili, pensiamo subito al gas di scarico. Tutte quelle macchine e camion in fila nelle autostrade, chissà quanto inquinano.

Invece, secondo Emissions Analytics, l’inquinamento dall’usura dei pneumatici può essere 1000 volte più pericoloso dell’emissioni provenienti dallo scarico delle auto.

Come smaltire in modo corretto gli pneumatici?

Quando cambiamo le gomme, ci affidiamo al nostro gommista di fiducia e spesso non pensiamo nemmeno a dove possano andare a finire gli pneumatici che sostituiamo.

Oltre a riciclarli e utilizzarli come fioriere, cucce per cani, tavolini da esterni o lampadari innovativi, noi non abbiamo modo di poterli smaltire.

La normativa vigente che regola lo smaltimento pneumatici usati, è contenuta nel Decreto Ministeriale n. 82 del 2011. Questa disciplina ha come obiettivo primario la gestione degli pneumatici fuori uso (PFU) al fine di ottimizzarne il recupero, prevenire la formazione dei rifiuti e proteggere l’ambiente.

Questo succede perché le gomme sono rifiuti altamente inquinanti e soggetti a combustione. L’articolo 228 del Decreto Legislativo numero 152/06 S.M.I obbliga infatti i produttori di gomme ad occuparsi anche della fase di smaltimento, mantenendo equilibrio fra pneumatici venduti e smaltiti. Per chi viola questa norma, la sanzione amministrativa sarà commisurata alla gravità e alle conseguenze dell’inadempienza.

Dunque la miglior cosa da fare è quella di appoggiarsi al gommista di fiducia che si occuperà del montaggio e dello smaltimento corretto degli pneumatici nuovi e vecchi.

D.T.

Questo articolo è stato letto 18 volte.

cambio gomme macchina, gomme, inquinamento pneumatici, pneumatici, smaltimento pneumatici

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net