Castellammare: il mare si colora di rosso

Condividi questo articolo:

Il mare di Castellammare si tinge di rosso: allarme inquinamento. Forse scarichi abusivi

 

Paura a Castellammare: il mare è diventato rosso sangue. L’inquinamenti nei rivoli che sfociano a mare e nel collettore fognario della zona di Castellammare continua a stupire e preoccupare. Se nelle scorse settimane fu il rivo Vernotico a colorarsi di blu, questa volta all’altezza dell’arenile, per alcune ore è stata visibile una grossa chiazza color amaranto.

Per marginare la chiazza rossa, i militari guidati dal comandante Savino Ricco, hanno provato a circoscrivere la macchia con delle panne, una sorta di rete che riesce a trattenere chiazze d’inquinamento, ma l’operazione si è rivelata inutile perché la sostanza rossastra era di facile dissolvenza.

 

La macchia rossa, è stato scoperto, era trasportata dal rivo San Marco che nasce nella zona storica della città di Castellamare.  Con la collaborazione della polizia municipale di Castellammare e con la squadra ambientale guidata dal tenete Raffaele Scarpati, i caschi bianchi stanno controllando in queste ore le telecamere che puntano l’obiettivo sul rivolo per controllare eventuali scarichi abusivi.

gc 

Questo articolo è stato letto 8 volte.

Castellammare mare rosso, inquinamento, mare inquinato, mare rosso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net