I cani ci comunicano con le espressione viso

Condividi questo articolo:

Le espressioni dei nostri amici a 4 zampe combinerebbero processi emotivi e cognitivi

I cani non abbaiano solamente per comunicare, le loro espressioni facciali sono volute e hanno un significato e li usano spesso quando si trovano davanti a un uomo. Il meccanismo probabilmente ha una origine molto antica e affonda le origine nel processo di addomesticamento di questo animale.

Spesso siamo così in confidenza con i nostri amici a 4 zampe che li teniamo pure a letto con noi. È sicuro farlo?

I ricercatori dell’università di Portsmouth, guidati da Juliane Kaminski, hanno mostrato chiaramente che i cani muovono la faccia in risposta diretta all’attenzione umana. In pratica non rispondono solo per l’eccitazione di trovarsi sotto il naso del cibo saporito, ma proprio per comunicare con un essere umano.

La ricerca ha preso in esame 24 cani di famiglia di varie razze, con età variabile tra 1 e 12 anni. Tutti erano legati e tenuti a un metro di distanza da una persona. I cani sono stati filmati mentre la persona era posta di fronte a loro.

“Il maggior numero di espressioni sul viso compariva quando erano osservati. La semplice offerta di cibo non aveva lo stesso effetto. Ciò vuol dire che la loro espressività dipende dal grado di attenzione del loro pubblico, che è un tentativo di comunicare, e non la semplice dimostrazione di uno stato emotivo”, ha spiegato Kaminski.

“I cani vivono da oltre 30.000 anni con l’uomo – spiegano i ricercatori – e durante tutto questo tempo la pressione della selezione può aver influito sulla loro capacità di comunicare con noi”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.

cane, cani, Espressione, scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net