Se il cibo spazzatura riduce il quoziente di intelligenza dei piu’ piccoli

Condividi questo articolo:

Sta facendo discutere la ricerca dell’Universita’ di Bristol secondo la quale una dieta sbagliata per i più piccoli farebbe diminuire il quoziente intellettivo rispetto a coloro che si nutrono bene. Preferiamo cibi preparati in casa rispetto ai fast food…

La scoperta viene dall’Unversita’ di Bristol e dice chiaramente che se i bambini sino all’età di tre anni mangiano cibo spazzatura, “junk food”, (patatine fritte, pizze e dolci) all’eta’ di otto anni si troveranno con un quoziente intellettivo meno sviluppato rispetto a coloro che si nutrono in modo più sano, mangiando verdura, frutta e pasti generalmente preparati in casa. Il divario del quoziente intellettivo – secondo la ricerca che sta facendo scalpore – potrebbe essere anche di cinque punti. I responsabili della ricerca affermano che è fondamentale nei primi anni di vita una sana alimentazione, perchè proprio in quel periodo il cervello cresce più rapidamente. Una dieta più casalinga e tradizionale non farebbe sicuramente male!

Questo articolo è stato letto 40 volte.

Cibo spazzatura, mangiare sano, spazzatura cibo

Comments (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net