ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Fisco: governo apre a sindacati, si valuta decontribuzione lavoratori sotto 35mila euro-**Spazio: Ixpe pronto al decollo, il 9 lancio missione congiunta Asi-Nasa**-**Arte: è morto Lawrence Weiner, tra i fondatori della Conceptual Art** (2)-Fisco: fonti, 'governo valuta contributo solidarietà per redditi oltre 75mila euro'/Rpt-Quirinale: stupore per interpretazioni su ddl no rieleggibilità e semestre bianco-**Scuola: incontro informale governo-studenti, sottosegretaria Floridia 'oggi a Villa Borghese'**-Violenza su donne: Cdm approva ddl-Penny Market e Coripet insieme nel riciclo del Pet-Dentis (Coripet): "Riciclo Pet con Penny Market in linea con obiettivi Ue"-Pierdomenico (Penny Market): "Prosegue il nostro impegno sulla sostenibilità"-Imprese: Amaplast, ripresa a doppia cifra per macchine plastica e gomma-Imprese: Amaplast, ripresa a doppia cifra per macchine plastica e gomma (2)-Successo per 'Piantiamola di inquinare!' di Bper, tagliate 12 ton di CO2-**Corruzione: Montante, 'accessi abusivi li faceva fare Cicero, non io'**-Giornata internazionale delle persone con disabilità, Airbnb diventa sempre più accessibile-Manovra: Berlusconi, 'ok misure riduzione fiscale, impulso a crescita'-Corruzione: Montante, 'maggiore Gdf non mi chiese assunzione di un familiare'-Fisco: Tajani, 'contributo solidarietà? Se è patrimoniale non siamo d'accordo'-**Centrodestra: Tajani, 'voto segreto ieri in Senato? Fi non ha mai votato con sinistra'**-Quirinale: Prodi, 'io al Colle? Una sfida alla provvidenza'
cannella

Mettete la cannella nel caffè al posto dello zucchero

Condividi questo articolo:

cannella

Diversi studi per raccontare i benefici, dietetici e non, generati da un cucchiaino di cannella nel caffè 

Un modo molto creativo di assumere meno calorie è quello di sostituire nel proprio caffè la quantità di zucchero o di panna che ci concediamo con un cucchiaino di cannella: si possono risparmiare fino a 70 calorie per tazza. Sembra proprio che questa speciale spezia potrebbe cambiare la normale routine del nostro caffè.

Diversi studi hanno riscontrato che assumere mezzo cucchiaino di cannella al giorno può avere benefici significativi in molti sensi: oltre alla riduzione dei livelli di zucchero nel sangue, comporta anche una diminuzione dei trigliceridi, del colesterolo LDL (anche noto come colesterolo «cattivo») e dei livelli totali di colesterolo nelle persone con diabete di tipo 2.

Ma, oltre a tenere sotto controllo i livelli di insulina, la cannella ha anche molti altri benefici.

Per esempio, può rallentare la velocità con cui lo stomaco si svuota dopo un pasto, aiutando a controllare picchi e cadute dei livelli di zucchero nel sangue – diminuire i picchi di zucchero porta anche a una teorica riduzione dell’appetito. Inoltre, la cannella migliora la maniera in cui gli antiossidanti aiutano il corpo a difendersi, rafforzando il sistema immunitario, e allevia la congestione, riducendo la rigidità dei muscoli e delle articolazioni; senza contare la capacità di contrastare l’infiammazione dell’apparato digerente, aumentare le funzioni del cervello e stimolare la buona circolazione grazie alle sue proprietà per fluidificare il sangue.

Accanto ai benefici elencati, che sono chiaramente motivi che spingono verso l’uso della cannella – magari proprio nel caffè – ci sono anche ragioni contrarie. Sono in molti a dire che tutti gli studi fatti sull’argomento sono stati condotti sui topi, non sugli esseri umani, e quindi i benefici elencati potrebbero non essere affidabili e poi è chiaro che il sapore della cannella è diverso da quello dello zucchero e della panna e potrebbe non piacere.

Come sempre, ognuno sarà libero di prendere la propria decisione.

Il caffè previene anche il cancro all’intestino.

Questo articolo è stato letto 534 volte.

caffè, calorie, cannella, dieta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net