Raccolta funghi. Le regole per evitare l’avvelenamento

Condividi questo articolo:

Aperta la stagione per la raccolta dei funghi. Ecco le regole da seguire per evitare l’avvelenamento: la prima consiglia il controllo dal micologo

Stivali di gomma, cestini alla mano e fiuto: la raccolta dei funghi per l’autunno 2012 è iniziata. Tra appassionati ed esperti sono in tanti che amano girovagare nei boschi alla ricerca dei frutti della terra, buoni e saporiti. Ma facciamo attenzione e scegliamo solo i funghi giusti: per avvelenamento da funghi, infatti, si moriva in passato e si può morire anche oggi. Per aiutare a scegliere i funghi giusti il Ministero della Salute ha diffuso un opuscolo sulle norme e sui consigli per la raccolta dei funghi.

Per raccogliere i funghi in tutta sicurezza e assaporare i gusti della terra in estrema tranquillità, il Ministero della Salute consiglia di far controllare i funghi da un esperto micologo, a disposizione nelle Asl gratuitamente. L’opuscolo redatto dal Ministero sfata anche alcuni miti noti nella tradizione popolare: non è vero che tutti i funghi che crescono sugli alberi non sono tossici, non è vero che sono buoni se sono stati mangiati da parassiti, non è vero che diventano velenosi se cresciuti vicino a ferri arrugginiti, non è vero che sono velenosi i funghi che cambiano colore al taglio e non è vero che la velenosità del fungo è data dall’aspetto. 

Perché una scampagnata per raccogliere i funghi non si trasformi in una tragedia bisogna osservare attentamente le seguenti regole:

1. Non consumare funghi non controllati da un vero micologo

2. Consumare quantità moderate

3.  Non somministrare ai bambini

4.  Non ingerire in gravidanza

5. Consumare solo in perfetto stato di conservazione

6. Consumare i funghi ben cotti e masticare correttamente

7. Sbollentare i funghi prima del congelamento e consumarli entro 6 mesi

8. Non consumare funghi raccolti lungo le strade, vicino a centri industriali e coltivati (pesticidi)

9. Non regalare i funghi raccolti, se non controllati da un micologo professionista

10. Nei funghi sottolio si può sviluppare la tossina botulinica

 (gc)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

avvelenamento funghi, funghi, raccolta funghi, raccolta funghi avvelenamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net