Lavoro, la tassa sull’alcool finanziera’ 10 mila nuove assunzioni nella scuola

Condividi questo articolo:

L’ aumento della tassa sull’alcool finanziera’ 10.000 nuovi posti di lavoro nelle scuole dopo l’ipotesi della tassa sul cibo spazzatura arriva una tassa vera

Nuovi posti di lavoro, precisamente 10.000, in ambito scolastico, finanziati dalla tassa sugli alcolici. Dopo la tassa sul cibo spazzatura che il Governo vorrebbe far pagare a chi si nutre di alimenti grassi e troppo zuccherati per finanziare l’edilizia scolastica, il Governo Monti introduce una tassa vera, quella sugli alcolici per finanziare 10.000 posti di lavoro finalizzati all’attività di recupero, di integrazione e sostegno agli alunni con bisogni educativi speciali.

Bere alcool fa male alla salute. Così il Governo tecnico ha deciso di aumentare le accise sull’uso e l’abuso delle bevande appartenenti alla categoria. E di contribuire, con il ricavato, alla diminuzione del tasso di disoccupazione.

Oggi è stato anche approvato in commissione Affari costituzionali un emendamento al decreto-legge sulle Semplificazioni, proposto dal Pd, che blocca l’organico del personale della scuola a quello in vigore nell’anno scolastico 2011/2012: 724 mila cattedre per gli insegnanti e 233 mila posti per il personale Ata -amministrativi, tecnici e ausiliari.

Le modalità attraverso le quali verrà determinato l’organico del personale per il prossimo anno scolastico saranno stabilite nei prossimi giorni con un decreto del ministro dell’Istruzione. Il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, aveva precedentemente annunciato che la stagione dei tagli sarebbe finita e lo ha provato grazie ad un primo passaggio di legge. In questo caso possiamo dire che le tasse non fanno male al nostro sistema produttivo.

(GC) 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

10.000 posti lavoro, assunzioni, lavoro, scuola, tassa alcool, tassa alcool finanzia lavoro nelle scuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net