Il cibo conservato in un sottovuoto perfetto? Si guasta lo stesso..

Condividi questo articolo:

Il cibo in sottovuoto si guasta lo stesso. Questo succede perche’ il cibo e’ soggetto comunque a dei batteri che non hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere

Il cibo conservato in un sottovuoto perfetto si guasta lo stesso. Questo succede perché il cibo è soggetto comunque a dei batteri che non hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere, come il Clostridium botulinum. 

Il Clostridium infatti cresce in terreni comuni in condizioni di anaerobiosi e ‘fermenta’ solitamente il glucosio e il maltosio, producendo idrogeno solforato dal caratteristico odore di uova marce, inoltre è proteolitico, ossia liquefa le gelatine producendo odore putrido, e in brodo comune determina un intorbidamento diffuso (la proteoliticità è la capacità di idrolizzare i substrati proteici quali la carne, la caseina, l’uovo coagulato, siero coagulato ecc). Il germe e le spore si trovano anche nel suolo e nei vegetali: l’uomo viene intossicato generalmente dalla tossina ingerendo alimenti contaminati e non ben cotti o conserve alimentari in cui si è sviluppato il batterio.

Il cibo che viene conservato sottovuoto, viene solitamente cotto prima di essere ‘confezionato’, in modo da uccidere qualsiasi batterio ed impedire l’accesso di nuovi germi. In questo caso la conservazione sottovuoto è abbastanza efficace, e la loro commestibilità può durare fino a diversi anni.

(ml)

Questo articolo è stato letto 17 volte.

Batteri, batterio, cibo, Idrogeno, ossigeno, sottovuoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net