emicrania

Soffri di emicrania? È meglio che cominci a correre

Condividi questo articolo:

emicrania

Lo studio che ci conferma il ruolo dello sport contro l’emicrania

L’esercizio fisico è stato a lungo un potenziale modo per ridurre alcuni dei sintomi dell’emicrania, come dolore, disturbi visivi e pulsazioni. Ma un nuovo studio suggerisce che potrebbe essere particolarmente efficace anche con altri sintomi, come stress, depressione e disturbi del sonno.

Come sappiamo, l’esercizio fisico aiuta ad aumentare i livelli di buoni neurotrasmettitori, come dopamina, norepinefrina, serotonina e quindi non solo a migliorare il mal di testa, ma anche l’umore.

Inoltre, lo sport migliora anche la salute del cuore e questo aiuta con la gestione del peso, che è anche associato a un migliore controllo dell’emicrania.

Lo studio ha incluso più di 4.600 persone con diagnosi di emicrania.

Circa il 75% aveva 15 o più emicranie al mese. L’altro 25% ne aveva 14 o meno. I partecipanti allo studio hanno completato un questionario sulle caratteristiche della loro emicrania – sonno, depressione, stress e ansia. Hanno anche risposto a domande sulla quantità di esercizio (da moderato a intenso) che hanno fatto ogni settimana: jogging, camminata molto veloce, pratiche sportiva, pulizie pesanti e ciclismo, per esempio.

I ricercatori hanno diviso i partecipanti in cinque gruppi in base alla frequenza di esercizio che va da nessuno a più di 150 minuti a settimana e hanno scoperto che i partecipanti che hanno fatto meno esercizio fisico hanno avuto un aumento dei tassi di depressione, ansia e problemi di sonno.

Il 47% delle persone che non facevano sport aveva la depressione, il 39% aveva l’ansia e il 77% aveva problemi di sonno.

In confronto, solo circa il 25% del gruppo più attivo aveva la depressione, il 28% aveva l’ansia e il 61% aveva problemi di sonno.

Lo studio ha anche trovato un collegamento tra l’esercizio e la frequenza del mal di testa. Nel gruppo senza sportivi, il 5% aveva da zero a quattro giorni di mal di testa al mese, mentre molti altri – il 48% – avevano 25 o più giorni di mal di testa al mese. Nel gruppo ad alto esercizio, il 10% aveva una bassa frequenza di mal di testa e il 28% aveva un’alta frequenza di mal di testa.

I risultati saranno presentati all’incontro annuale dell’American Academy of Neurology, che si terrà online dal 17 al 22 aprile. La ricerca presentata alle riunioni è generalmente considerata preliminare fino a quando non viene pubblicata in una rivista peer-reviewed.

Questo articolo è stato letto 69 volte.

attività fisica, correlazione tra sport ed emicrania, emicrania, sport ed emicrania

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net