ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: Meloni, 'non vogliono Draghi per paura del voto'-Incidenti: Venezia, scontro tra due auto, muore 29enne-Messina: pastificio bio fantasma e fatture false per 21 mln di euro, undici indagati-Messina: pastificio bio fantasma e fatture false per 21 mln di euro, undici indagati (2)-Covid: Letta, 'su green pass non si può stare di qua o di là, Pd è responsabile'-Mafia: decapitata famiglia di Mazzarino, ramificazioni anche nel milanese-Onu: Draghi, 'riflettere su futuro missioni internazionali ma restano essenziali'-Onu: Draghi, 'Ue consolidi ruolo in operazioni pace'-Libia: Draghi, 'garantire elezioni 24/12, piena attuazione cessate fuoco'-Migranti: Draghi all'Onu, 'risposta sia comune, oneri e responsabilità condivisi'-Onu: Draghi, 'riforma per Consiglio sicurezza più rappresentativo e responsabile'-Covid: Draghi all'Onu, dopo un anno e mezzo ottimismo, fiducia grazie a vaccini-Covid: Draghi, in Paesi poveri vaccini solo per 2%, disparità inaccettabili-Covid: Draghi, contraccolpi maggiori per Paesi poveri, a rischio anni lotta a povertà-Covid: Draghi, 'da Fmi 650 mld contro crisi, impegno per aumentare 33 mld per Africa'-Onu: Draghi, 'pronti a iniziative più ambiziose per Paesi poveri, aiutare Africa'-Clima: Draghi, 'tra 2030 e 2050 rischio 250mila vittime, agire ora-Clima: Draghi, 'transizione costa ma opportunità, 40 mln posti lavoro entro 2050'-Clima: Draghi all'Onu, 'da giovani spinta, ascoltiamoli, erediteranno pianeta'-Afghanistan: Draghi all'Onu, 'evitare torni a essere minaccia sicurezza internazionale'
caffè verdure

Covid-19: cosa riduce la probabilità di rischio?

Condividi questo articolo:

caffè verdure

Secondo un nuovo studio, caffè, verdure …

Secondo il nuovo studio della Northwestern University di Chicago, pubblicato sulla rivista Nutrients, il consumo di caffè, di verdure e l’essere stati allattati al seno potrebbero ridurre il rischio di COVID-19.

Al contrario, le carni lavorate possono invece aumentare tale rischio. Altri alimenti studiati, tra cui frutta, tè e carne rossa, non hanno avuto alcun impatto.

Per lo studio, i ricercatori hanno utilizzato i dati della Biobanca del Regno Unito per esaminare un’associazione tra i comportamenti alimentari dal 2006 al 2010 e le infezioni da COVID-19 da marzo a novembre 2020 nelle stesse persone.

I ricercatori hanno esaminato specificamente gli alimenti che hanno dimostrato di influenzare il sistema immunitario in precedenti studi sull’uomo e sugli animali. Lo studio ha incluso quasi 38.000 partecipanti che avevano ricevuto un test COVID-19. Circa il 17% è risultato positivo al virus.

In questo modo, il team ha scoperto che la nutrizione potrebbe conferire un modesto grado di protezione.

Ad esempio, il consumo di una o più tazze di caffè al giorno è stato associato a una diminuzione del rischio di COVID-19 del 10% rispetto al consumo di meno di una tazza al giorno. Anche il consumo giornaliero di almeno due terzi di una porzione di verdure cotte o crude (escluse le patate) è stato associato a un rischio ridotto. Invece, anche mangiare meno di mezza porzione di carne lavorata al giorno – tipo hot dog o salumi – era associato a un rischio più elevato.

Come il caffè, l’allattamento al seno da bambini era associato a un rischio ridotto del 10%.

Il motivo per cui questi fattori dietetici potrebbero fare la differenza non è ancora noto ed è importante notare che lo studio non può dimostrare una relazione diretta causa-effetto, ma solo un’associazione. È altrettanto importante sottolineare che cercare di aumentare questi fattori non sostituisce in alcun modo il vaccino.

Questo articolo è stato letto 33 volte.

alimentazione e covid, caffè e verdure, latte materno

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net