ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Calcio: Pirlo, 'non ho paura, penso solo al bene della Juventus'-Cinema: Mattarella, 'costruire il domani con arte e creatività per continuare a sognare'-Omofobia: Family Day in piazza a Milano contro ddl Zan, 'pensiero unico asfissiante'-Omofobia: Family Day in piazza a Milano contro ddl Zan, 'pensiero unico asfissiante' (2)-**Ergastolo ostativo: Mirabelli 'incostituzionalità annunciata ma non formalizzata'**-**Ergastolo ostativo: Mirabelli 'incostituzionalità annunciata ma non formalizzata'** (2)-Mo: Pallavicini (Coreis), 'sconcerto violenze in luoghi preghiera, basta giocare ai soldatini'-Sport: Barbaro, 'per riformare il sistema lo Stato deve tornare a fare lo Stato'-Calcio: Pirlo, 'parole Gravina le lasciamo da parte'-Mafia: difesa Lombardo, 'in questo processo il mendacio è clamoroso, inquietante'-Cinema: Mattarella, 'dialogo con audiovisivo ma conservi dna creativo'-Cinema: Mattarella, 'dialogo con audiovisivo ma conservi dna creativo' (2)-Sport: Porru, 'misura del livello socioculturale del paese, al centro valore persona'-Gruppo Onorato, Federmar: sciopero 24 ore il 23 maggio, pronti a stop a oltranza-Lombardia: Moratti, 'oltre 8 mln per contrastare ludopatia' (2)-Lombardia: Moratti, 'oltre 8 mln per contrastare ludopatia' (3)-**Covid: Mattarella, 'luoghi cultura preziosi, sostegni per ammodernamento e sicurezza'**-Covid: Mattarella, 'arte parte della vita irrinunciabile'-Architetti: è morto Art Gensler, archistar artefice di arditi edifici avveniristici-Mornati: 'Servono soldi, governo non lo tratti come di serie C'

Fao: mangiate gli insetti, sono buoni e nutrienti

Condividi questo articolo:

La Fao esorta la popolazione mondiale a mangiare gli insetti, ricchi di proteine e Sali minerali. Cosi’ l’uomo riduce il suo impatto ambientale e combatte la fame nel mondo

La Fao esorta gli occidentali a mangiare gli insetti, animali buoni, nutrienti e facilmente reperibili. Secondo uno studio dell’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, gli occidentali dovrebbero superare il loro disgusto verso gli insetti e cibarsi di questi, imitando gli altri 2 miliardi di esseri umani che già lo fanno.

In particolare sono 1.900 le specie di insetti ricercati e mangiati dalla popolazione mondiale, ma i più ricercati e i più gustosi sono i coleotteri, i bruchi, le api, le vespe e le formiche. Buone da gustare anche le cavallette, le locuste e i grilli.

Mangiando gli insetti si potrebbe combattere la fame nel mondo e ridurre il nostro impatto ambientale: gli insetti sono tanti, facilmente reperibili e veloci nel riprodursi, ma soprattutto, secondo lo studio della Fao, sono ‘una preziosa fonte di proteine e sali minerali’. Far inserire gli insetti nell’alimentazione quotidiana della popolazione occidentale non sarà facile, lo sa bene l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, che ha ben pensato di rivolgere un appello ai ristoratori ‘Elevate lo status degli insetti inserendoli nelle ricette dei vostri menù’. 

Ecoseven.net ha chiesto a Mario Guidi, presidente della Confederazione Generale dell’Agricoltura Italiana, cosa pensasse delle dichiarazioni della Fao:  ‘è un’esortazione a pensare al futuro alimentare del pianeta, un’emergenza reale nei confronti della quale l’Italia e gli agricoltori possono fare molto salvaguardando la dieta mediterranea’. ‘Certamente l’esortazione della Fao ha i suoi buoni motivi – ha aggiunto  Mario Guidi – ma l’agricoltura italiana deve continuare a garantire prodotti di eccellenza come sa fare. Approdare ad una tale soluzione significa anche svuotare il cibo dei contenuti che esso ha, nonostante siamo consapevoli che gli insetti siano tra le forme di vita più abbondanti del pianeta e parte della cultura alimentare di più paesi’. 

(gc)

Questo articolo è stato letto 12 volte.

cibarsi di insetti, fame nel mondo, fao, insetti, mangiare gli insetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net