Trekking con gli asini, il volto naturale del Salento

Condividi questo articolo:

Non a bordo ma con gli asini come compagni di viaggio, un modo naturale e originale di andare alla scoperta delle belezze del Salento e dell’offerta enogastronomica. Volete gustare un piatto di purpette cu lu sugo o cicore reste a pignatu? Prima dovete faticare e poi avrete la vostra giusta ‘ricompensa’

Cosa c’è che può offrire un maggior contatto con la natura se non il trekking? In Puglia, più precisamente in Salento, l’hanno capito. Astenersi poltroni, ovviamente: la proposta – nata per unire percorsi naturali ed enogastronomici del tacco del nostro Stivale – è per chi ama la natura, per chi adora spostarsi e visitare sempre posti nuovi, prendendosi anche cura di un animale: parliamo sempre del trekking, ma a bordo di asini. L’asino non come mezzo di trasporto, ma come un compagno di viaggio, e co lui partire alla scoperta di luoghi e tradizioni rustiche ferme nel tempo. Una settimana di vacanza, ogni giorno circa 10-15 km gustati lentamente a “passo” d’asino, seguendo itinerari di montagna, di mare, culturali e gastronomici. Prima di arrivare al faro di Santa Maria di Leuca, tappa finale del viaggio, si può ammirare la costa di Otranto, i laghi Alimini, la baia della Specchiulla e di Porto Badisco, la grotta marina della Zinzulusa sul litorale salentino. Prelibatezze locali a condire le “fatiche”: “purpette cu lu sugu” (polpette al sugo), “pignatu cu le cecore reste” (carne di maiale con le cicorie selvatiche), pesce e vino della zona. I gruppi di partecipanti devono essere almeno di dieci persone, si dorme in tenda, il prossimo tour è previsto per il 2 aprile 2011. Naturale. Più di così? (Umberto Di Giacomo)

Questo articolo è stato letto 52 volte.

alimini, asino, badisco, eco viaggiare, lecce, otranto, porto, salento, Tracking con asini, tracking nel salento, zinzulusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net