ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

In bici in ufficio: una legge per la tutela da infortuni

Condividi questo articolo:

E’ stata presentata una legge per tutelare chi si reca in ufficio con la bicicletta: in caso di infortunio ha diritto all’indennizzo

 

Sempre più persone utilizzano la bici per andare a lavoro. Ma se dovesse accadere un incidente? Non hanno alcun diritto a ottenere il riconoscimento dell’indennizzo per un eventuale infortunio durante il percorso. Ed è questo che è stata presentata da Diego Zardini, parlamentare del Pd, Paolo Gandolfi (Pd), Serena Pellegrino (Sel) e dal presidente nazionale Fiab Giulietta Pagliaccio una proposta di legge in cui si chiede di equiparare la bici agli altri mezzi di trasporto, così come chiedeva la Fiab con la campagna ‘In Itinere’.

 

Attualmente, è già prevista una tutela assicurativa per chi va incontro a un infortunio sul posto di lavoro ed è prevista anche  un’ulteriore copertura per il cosiddetto “infortunio in itinere” che è quello che può verificarsi durante il tragitto che si compie per raggiungere il posto di lavoro, con mezzi pubblici o con mezzi privati, a patto che sia dimostrato il ‘necessitato uso’.  Se accade un incidente in bici, in pratica, si deve dimostrare che si è scelto quel mezzo per necessità. Tanti lavoratori che si recavano in ufficio in bici si sono visti negare l’indennizzo per infortunio poiché avrebbero potuto utilizzare i mezzi pubblici per percorrere quel determinato tragitto. La proposta di legge, quindi, vorrebbe equiparare la bicicletta al trasporto pubblico.

gc 

Questo articolo è stato letto 8 volte.

bici, bicicletta, infortunio bici, lavoro, mobilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net