ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

Mestieri, Barberino’s: “A New York per portare l’arte della barberia italiana nel mondo”

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Dopo aver consolidato la sua presenza in Italia, dove vanta 18 barber shop all’attivo, Barberino’s, la catena di barbershop che sta rivoluzionando la professione del barbiere nel nostro Paese, arriva negli Stati Uniti, dando il via al nuovo processo di internazionalizzazione che contribuirà a portare l’arte della barberia italiana al di fuori dei confini nazionali. Con questo obiettivo, infatti, aprirà l’8 febbraio nel cuore di New York, al 520 di Madison Avenue, il nuovo salone firmato Barberino’s. A due passi dal Rockefeller center, uno dei più iconici poli commerciali di Manhattan, e dall’Upper East Side, il nuovo barbershop si troverà in un contesto strategico, dove gli uffici e il mondo del business incontrano una delle aree residenziali più eleganti e cool della Grande Mela e del mondo. A credere nel progetto di Barberino’s e a supportare i co-fondatori del brand, Michele Callegari e Niccolò Bencini, è Eric Malka, co-fondatore del franchise The Art of Shaving, che segna così il suo ritorno nel mondo della barberia. "Il nostro obiettivo è rivoluzionare la professione del barbiere negli Stati Uniti, proprio come abbiamo fatto in Italia", spiega Michele Callegari, ceo di Barberino’s. “Con questa nuova apertura vogliamo offrire anche al pubblico americano un luogo nel quale dimenticare il caos della vita quotidiana e rivivere la pausa dal barbiere ‘come una volta’, grazie anche al tocco, all’eleganza e all'attenzione ai dettagli tipici delle maestranze italiane”. Eric Malka, che è alla guida strategic brand investments, un 'Angel fund' che fornisce capitali e supporto alle aziende in early-stage, afferma: "Quando abbiamo scoperto Barberino's, mi è stato chiaro che si trovava in una posizione perfetta per guidare la nuova ondata di barbershop di lusso negli Stati Uniti. La chiusura di The art of shaving barber spa in centro città è stata per noi l'occasione ideale per entrare nel mercato americano ed elevare lo standard delle esperienze di grooming in zona".  Il barber shop Barberino’s di Madison Avenue prenderà infatti posto di una delle sedi di The art of shaving, che ha chiuso i battenti a gennaio. All’interno del nuovo shop newyorkese di 70 mq e con 3 postazioni verranno offerti i servizi, l’atmosfera — con l’immancabile e inconfondibile verde del brand — e i prodotti firmati Barberino’s, ma con una proposta studiata su misura per gli ospiti americani. Ad affiancare l’esperienza in negozio ci sarà inoltre un sito internet, creato appositamente per il pubblico statunitense. Il legame tra Barberino’s e gli Usa è molto profondo. Era il 1910 quando Giovanni Callegari, bisnonno di Michele Callegari, lasciò l’Italia alla volta degli Stati Uniti, dove trovò lavoro come barbiere e, grazie alla sua maestria, divenne presto famoso con il nome Barberino. E' proprio in omaggio all’eredità di Giovanni Callegari che lo stesso stile, la stessa qualità e la stessa attenzione ai dettagli vengono oggi riproposti con il marchio Barberino’s, realizzando un sogno che unisce due Paesi e due generazioni.  A guidare il nuovo salone newyorkese sarà un barber italiano, che si occuperà inoltre della formazione dei professionisti statunitensi, per amalgamare competenze e conoscenza della clientela e offrire un’esperienza completa e indimenticabile. Con lo stesso obiettivo Barberino’s ha avviato un progetto di apprenticeship bilaterale che creerà un continuo dialogo tra barbieri di diverse nazionalità: i barber italiani potranno infatti fare un’esperienza di lavoro e formazione a Manhattan, mentre quelli statunitensi vivranno la stessa opportunità in Italia. Barberino’s supporterà e faciliterà l’intero processo, occupandosi dei permessi necessari e mettendo a disposizione alloggi dedicati a questo particolare interscambio culturale e professionale.  Da una parte, Barberino's colma un vuoto nel settore della barberia negli Stati Uniti, dall’altra il supporto e la guida strategica di Eric Malka mettono le basi per la crescita oltreoceano del brand e per la rinascita dell'esperienza del grooming statunitense.  Parallelamente al debutto a New York, Barberino’s continua a crescere anche in Italia: dal 6 febbraio infatti apre un nuovo pop-up store a Roma all’interno della Rinascente di via del Tritone, con una postazione da barbiere. Il pop-up offre gli stessi servizi di grooming (barba, capelli e viso) proposti negli altri negozi Barberino’s d’Italia, come sempre studiati ad hoc per garantire la soddisfazione di ogni ospite e per valorizzare il tempo come elemento di benessere. Oltre alla possibilità di regalarsi un’esperienza di lusso grazie alla maestria dei Barber e ai prodotti di Barberino’s, sarà possibile partecipare anche ad eventi dedicati al grooming maschile.  —lavoro/professionistiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

adnkronos, lavoro

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net