ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Lavoro, ecco 6 consigli per affrontare al meglio un colloquio in inglese-Guglielmo Marconi, 150 anni fa la nascita di uno dei più grandi inventori della storia moderna-Israele, Hamas: "Giù armi con accordo su 2 Stati". Proteste pro Gaza in campus Los Angeles, 93 arresti-Bce: "Inflazione Eurozona continua a decelerare, crescita in ripresa graduale in 2024"-25 aprile, Meloni: "Con fine fascismo poste basi democrazia". Salvini: "Sempre onorato senza sbandierarlo"-Fiorello: "72% italiani si sente antifascista, l'altro 28% manda curriculum alla Rai"-25 aprile, manifestazioni in tutta Italia: tensioni al corteo a Roma-Francia, cadute le pale del Moulin Rouge a Parigi-25 aprile, a Roma in piazza manifestanti pro Palestina e Brigata ebraica: grida e insulti - Video-Pechino Express 2024, oggi ottava tappa: 5 coppie ancora in gara, chi andrà in semifinale?-Dengue e malaria, boom di casi: è colpa del clima, allarme infettivologi-Disturbi della memoria, scoperto come il cervello distingue e conserva eventi simili-Ucraina, ecco i nuovi missili Atacms: come cambia la guerra-Ucraina, Biden: "Subito armi a Kiev". Missili Atacms già inviati in segreto-Houthi rivendicano attacchi contro due navi Usa e una israeliana-Europee, magistrato Tarfusser si candida: ira Castagna contro Calenda-Enel, intesa con sindacati: 2.000 ingressi in 3 anni-Atalanta-Fiorentina 4-1, nerazzurri in finale Coppa Italia contro la Juve-Spagna, l'annuncio di Sanchez: "Lunedì decido se restare premier"-Assalto Cgil, Cassazione: Appello bis per nove imputati

Chiari (Cameo): “Parità genere centrale, dopo certificazione puntiamo a nostro Manifesto”

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – "La parità di genere e le tematiche ad essa affini rappresentano un impegno intrinseco all’azienda da ormai diversi anni, precisamente dal 2016. Ufficialmente, il nostro percorso verso la parità di genere prende avvio nel 2018: anno in cui Cameo è stata la prima azienda alimentare ad essere riconosciuta e certificata da un istituto privato per il trattamento e le ottime pratiche interne in ambito di Gender equality. Questo importante riconoscimento è stato il frutto di diversi anni di lavoro precedenti, anni in cui in azienda si è fatta sempre più solida la strategia e la progettualità rivolta a questo tipo di impegno, a tutti i livelli". Così, con Adnkronos/Labitalia, Monica Chiari, executive manager people & culture di Cameo. "Il nostro impegno -spiega Chiari- si è sempre fondato sull’analisi e sulla mappatura delle iniziative interne, analisi che ci ha portati gradualmente a delineare il percorso migliore da intraprendere e le azioni più efficaci per supportarlo al meglio. L’ascolto delle voci delle persone che compongono la nostra azienda è sempre stata la leva delle nostre decisioni. È da qui che siamo partiti anche per questo nuovo e importante riconoscimento", sottolinea ancora la manager di Cameo.  "Quando abbiamo appreso, infatti, dell’opportunità -spiega Chiari- di ottenere una certificazione nazionale abbiamo strutturato un percorso di workshop strategici che hanno coinvolto tutti i membri del leadership team che sono stati chiamati a contribuire alla definizione degli ambiti su cui investire come azienda sui temi della de&i".  E non è solo intervento messo in atto dall'azienda. "A seguire -spiega la manager- abbiamo erogato una survey rivolta all’intera popolazione aziendale che ha avuto come obiettivo quello di fotografare lo stato dell’arte: la situazione di partenza raccolta direttamente dal percepito interno".  Attività che sono state riconosciute anche all'esterno dell'azienda. "Lo scorso dicembre, a seguito di diversi step operativi e funzionali al risultato, cameo ha ottenuto la certificazione statale della parità di genere Uni/PdR 125:2022 rilasciata dal Consiglio dei Ministri (ministero per le Pari Opportunità): un nuovo punto di partenza che ci supporterà nell’avere una visione ancora più ampia su queste tematiche e su tutte le iniziative che possiamo mettere in campo al fine di ricreare un ambiente professionale sempre più inclusivo e attento alle esigenze dei singoli".  "Siamo molto soddisfatti di questo nuovo riconoscimento -spiega Chiari- e degli ottimi risultati che abbiamo ottenuto, sia in termini di posizionamento che di alto punteggio raggiunto già dopo la prima fase di audit e utilizzeremo questo come nuovo trampolino di lancio verso obiettivi sempre più sfidanti". E per il futuro le idee sono chiare. "Dopo la survey rivolta a tutta la popolazione aziendale, vogliamo ora approfondire le evidenze emerse dal questionario attraverso una serie focus group. L’obiettivo è capire come possiamo fare ancora meglio. Il passo successivo sarà la definizione del nostro Manifesto per la parità di genere", annuncia in conclusione.  —lavoro/datiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

adnkronos, lavoro

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net