Wto: si restringe corsa per direzione, in lizza tre donne

Condividi questo articolo:

Roma, 18 set. -(Adnkronos/Ats) – Sono rimasti in cinque – di cui tre donne – i candidati per la carica di direttore generale dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto) dopo il repentino abbandono del brasiliano Roberto Azevedo, che ha lasciato alla fine di agosto, un anno prima del previsto, per andare a ricoprire un incarico di vertice alla multinazionale Pepsi.

Stando a quanto indicato oggi da un portavoce, sono stati selezionati: Amina Mohamed, ministra keniota che ha già ricoperto importanti incarichi nel WTO; Ngozi Okonjo-Iweala, prima donna in Nigeria ministro delle finanze e degli affari esteri; Yoo Myung-hee, ministra del commercio della Corea del Sud; Liam Fox, ex ministro del commercio estero britannico e favorevole alla Brexit; Mohammed Al-Tuwaijri, ex pilota di caccia saudita, ministro e banchiere.

Finora nessuna donna ha guidato l’organizzazione così come alcun rappresentante africano. Gli statuti dell’organizzazione con sede a Ginevra non prevedono una rotazione geografica per il direttore generale, ma da più parti è stato chiesto che il posto sia occupato da un africano. Una circostanza che dovrebbe favorire Okonjo-Iweala o Mohamed.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net