ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

Ucraina: Nyt, ‘invasione Putin andata male, quasi 200mila soldati russi morti e feriti’

Condividi questo articolo:

Washington, 3 feb. (Adnkronos) – “Il numero di soldati russi uccisi e feriti in Ucraina si avvicina a 200.000”. Lo scrive il New York Times, commentando che il dato rappresenta “un chiaro simbolo di quanto sia andata male l’invasione del presidente Vladimir Putin”. Il quotidiano americano avverte che “le vittime sono notoriamente difficili da conteggiare, in particolare perché si ritiene che Mosca sottostimi regolarmente i suoi morti e feriti di guerra, affermando che il numero delle vittime dei combattimenti dentro e intorno alla città ucraina orientale di Bakhmut e alla città di Soledar è stato gonfiato”.

“Con Mosca alla disperata ricerca di una grande vittoria sul campo di battaglia e vedendo Bakhmut come la chiave per impadronirsi dell’intera area orientale del Donbass – prosegue il giornale – l’esercito russo ha inviato reclute ed ex detenuti scarsamente addestrati in prima linea, direttamente sulla traiettoria dei bombardamenti e delle mitragliatrici ucraine. Il risultato, dicono i funzionari americani, è stato di centinaia di soldati uccisi o feriti al giorno”.

“Gli analisti russi affermano che è improbabile che la perdita di vite umane sia un deterrente per gli obiettivi di guerra di Putin – spiega il New York Times – Non ha opposizione politica in patria e ha inquadrato la guerra come il tipo di lotta che il paese ha affrontato nella seconda guerra mondiale, quando morirono più di 8 milioni di soldati sovietici. I funzionari statunitensi hanno affermato di ritenere che Putin possa accettare la perdita di centinaia di migliaia di vittime in Ucraina, sebbene numeri più elevati potrebbero ridurre il suo sostegno politico”.

“Anche le cifre sulle vittime dell’Ucraina sono difficili da accertare – ammette il quotidiano – data la riluttanza di Kiev a rivelare le proprie perdite. Ma a Bakhmut, a volte anche centinaia di soldati ucraini sono stati feriti e uccisi ogni giorno, hanno detto i funzionari. Le formazioni di fanteria meglio addestrate sono tenute in riserva per salvaguardarle, mentre le truppe meno preparate, come quelle delle unità di difesa territoriale, sono tenute in prima linea e sopportano il peso dei bombardamenti”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net