ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Calcio: Tna su Gasperini, 'irritualità atto deferimento, restituzione atti a Procura antidoping'**-**Tuffi: Europei, storico argento Italia del Team Event**-**Giustizia: M5S, con Cartabia incontro interlocutorio, ci sono criticità'**-**Cinema: la Nbc non trasmetterà i Golden Globe del 2022**-Governo: domani Consiglio ministri alle 11.15 su leggi regionali-Migranti: Amendola, 'a Consiglio Affari generali ribadita necessità iniziativa Ue'-Calcio: insulti a ispettori antidoping, sentenza Gasperini attesa domani-Calcio: Champions League, finale City-Chelsea verso il trasloco da Istanbul al Portogallo-Lirica: la Scala riapre dopo 199 giorni, Sala 'è come non l'abbiamo mai vista'-Partiti: sondaggio Swg-TgLa7, M5S in calo tutti gli altri in crescita, Lega sempre prima-Mo: Picierno, 'Ue e Italia si impegnino per ripresa dialogo'-Calcio: Maria Marotta, 'emozione al primo fischio poi ho arbitrato con determinazione'-Pallavolo: Lugli, 'indignazione del Coni per il mio caso si è fermata alla telefonata'-Giustizia: Perantoni, 'ottimista su riforma, presto calendario lavori commissione Camera'-Calcio: Nazionale Under 18 in amichevole in 4 giugno contro l'Austria-Tennis: Internazionali Bnl, Hurkacz si ritira e Musetti va al 2° turno-Centrodestra: Giacomoni, 'Fi determinante per centrodestra, incisivi su territorio'-Calcio: Lega Pro, 2° turno playoff posticipato al 19 maggio (2)-**Mo: Casa Bianca, 'grave preoccupazione per escalation violenza'**-Calcio: CR7 in visita alla Ferrari in compagnia di John Elkann e Andrea Agnelli

Scuola: tassisti italiani, ‘a disposizione per studenti ma mancano fondi’

Condividi questo articolo:

Milano, 20 apr. (Adnkronos) – I tassisti italiani sono pronti a mettere a disposizione le loro auto per trasportare gli studenti a scuola, e alleggerire così il carico sui mezzi pubblici. Il problema, lamentano le associazioni di categoria, è la mancanza di fondi. “Noi siamo presenti, siamo pronti da un anno e mezzo – spiega all’Adnkronos il segretario nazionale di Federtaxi-Cisal, Massimo Campagnolo -. Lo Stato chiama e noi ci siamo ma abbiamo bisogno di soldi”.

I mezzi a disposizione ci sono, quindi, e non pochi. Basti pensare che a Milano si contano circa 5mila auto bianche, a Napoli 2.400 e a Roma 8mila. Il servizio per la scuola, se attuato, oltre ad evitare affollamenti su metro, bus e tram cittadini, permetterebbe di far riprendere fiato ai tassisti. “Abbiamo chiesto al governo di dare ai taxi la possibilità di fare un servizio alternativo – spiega Campagnolo – purtroppo ci hanno sempre risposto vaghi…’vediamo, proponiamo ai Comuni’ ma i Comuni stessi non si sono mai presi la briga di farlo. Ricordo che ci sono 90 milioni di euro dati dallo Stato ai tassisti e Ncc di tutta Italia ma, a parte Genova, gli altri Comuni non sono in grado di far sì che questi soldi finiscano in tasca al tassista e che l’auto venga messa a disposizione dell’utente che va a fare il tampone, il prelievo o per lo studente che va a scuola. Siamo ingessati”.

A far eco a Campagnolo è anche Ati-Taxi, Associazione tassisti italiani, nata a Roma nel 2008. “I taxi ci sarebbero, siamo fermi nei parcheggi – spiega un portavoce – ma dovrebbero essere le istituzioni a essere celeri. Solo a Roma ci sono 8mila taxi, il problema sono i soldi e le lentezze burocratiche. Noi comunque siamo pronti a metterci a disposizione”.

Lamenta un impasse da parte dello Stato anche Roberto Gallucci, segretario nazionale di Orsa Taxi: “Siamo pronti a lavorare, prima di ogni cosa e ovviamente ci saremmo anche per gli studenti – spiega -. E’ dal governo che non si muove nulla. Noi abbiamo già fatto questo tipo di richiesta ma il governo non ci ha mai dato un ‘pass’ o un via libera per fare questo tipo di servizio alternativo, c’è stato risposto picche”. Il problema, fa notare Gallucci, è a monte: “Non c’è una copertura economica a questo tipo di richiesta”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net