**Scuola: Suor Monia Alfieri, ‘cv studente? Va migliorato per non incrementare diseguaglianze’**

Condividi questo articolo:

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – “Il curriculum vitae dello studente costringe noi educatori a misurarci con il termine valutazione, cioè ‘presa in carico’ e certamente fa emergere le fragilità di alcuni percorsi, per cui gli studenti frequentanti scuole che non hanno attivato nulla di extra-curriculare non potranno indicare granché”. Lo dice all’Adnkronos suor Anna Monia Alfieri, paladina delle paritarie e della libertà di scelta educativa, che aggiunge: “Il cv studente a me pare una buona cosa, anche se riconosco che va migliorato per colmare e non incrementare le diseguaglianze educative e il divario tra nord e sud. Ogni realtà può cogliere questa nuova richiesta per proporre attività ai propri allievi. E soprattutto in questa prima fase il curriculum fornirà una fotografia dello status della scuola di secondo grado nelle diverse realtà italiane”.

Secondo suor Monia, “in Italia si è abbassato il livello culturale, oggi è necessario alzare gli standard qualitativi e incentivare i nostri ragazzi al meglio, non livellarli tutti al ribasso. Abbiamo fresche le ferite dell’incompetenza per non puntare ora ad una scuola di qualità. Dobbiamo creare le premesse affinché i nostri ragazzi possano ritornare ad essere protagonisti del mondo e del loro Paese”. Con il cv studente? “Sì, anche perché consente allo Stato di intervenire a colmare dei gap in modo sussidiario”.

(di Roberta Lanzara)

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net