ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ministero Lavoro: "Ecco Sviluppo Lavoro Italia agenzia per attuazione politiche attive"-Infortuni, D'Ascenzo: "Nuova banca dati Inail per strategie prevenzione sempre più precise"-Manageritalia, +8,1% donne dirigenti nell'ultimo anno, dal 2008 raddoppiate in gestione-Fiere, Casaidea: "Artigianato di qualità innovazione e tante idee per abitare l'esterno"-Turismo: AlUla presenta 'Forever Revitalising', prima campagna di promozione globale-Sardegna, Muscas (Confapi Donna): "Frantumato tetto di cristallo, ora via muro imprese-burocrazia"-Sardegna, l'imprenditore Agabio: "Speranza che nuova giunta dialoghi con aziende tech locali"-Turismo, dal 10 al 17 marzo a Milano va in scena la Ireland Week-Dal Consorzio della mozzarella di bufala campana Dop una maxi treccia tricolore a Mattarella-Roma Couture, l'Alta Moda Capitolina torna in passerella-Sardegna, Durante (Cgil): "Da Todde ci aspettiamo dialogo sociale, pronti a collaborare, agire su emergenze"-Altroconsumo, più consapevolezza che pensione non basterà ma 1 su 3 non fa nulla-Cida: "Politica si faccia carico del ceto medio, il pilastro che sostiene l’Italia"-Sardegna, De Pascale (Confindustria) a Todde: "In primi 100 giorni sbloccare Grandi opere"-Sardegna, Giachetti (Aidda): "Vittoria Todde oltre contingenza politica, è donna di talento"-Da Milano-Bicocca i corsi 2024-2025, c'è anche Management per gli studenti lavoratori-Oikos, la pittura ecologica compie 40 anni-Grappa: aumenta domanda prodotti premium e invecchiati, export +32% tra 2019 e 2022-Chiari (Cameo): "Parità genere centrale, dopo certificazione puntiamo a nostro Manifesto"-Imprese: Epar, contributo a fondo perduto per Academy aziendali anche per pmi

Russia: approvata all’unanimità legge che vieta la propaganda Lgbt

Condividi questo articolo:

Mosca, 30 nov. (Adnkronos) – Il Consiglio della Federazione Russa ha approvato all’unanimità una legge che vieta la propaganda di rapporti sessuali non tradizionali, la pedofilia e l’informazione in grado convincere a cambiare sesso. Il disegno di legge è stato sostenuto da 153 senatori. La legge introduce il divieto di propaganda di rapporti sessuali non tradizionali, pedofilia e la diffusione di informazioni sulle persone Lgbt nei media, Internet, pubblicità, letteratura e film. Vieta anche le richieste di transizione di genere tra gli adolescenti: su Internet, nei media, libri, fonti audiovisive, film e pubblicità.

È stata fissata una multa da 50.000 a 100.000 rubli (fra gli 800 e i 1.600 euro circa) per i cittadini per la diffusione di informazioni o azioni pubbliche “volte a formare atteggiamenti sessuali non tradizionali”, la loro attrattiva, “comprensione distorta dell’equivalenza sociale dei rapporti sessuali tradizionali e non tradizionali”, se tali azioni non comportano reati. La sanzione per i funzionari sarà da 100.000 a 200.000 rubli (fra i 1.600 e i 3.200 euro) e da 800.000 a 1 milione di rubli (circa 12.600-1.600.000 euro ) per le persone giuridiche. Le stesse cifre raddoppieranno in caso di propaganda che riguardi i minori.

La legge vieta inoltre il rilascio di una licenza cinematografica a qualsiasi film che contenga materiali che promuovano relazioni e preferenze sessuali non tradizionali. Prevede anche l’introduzione di un meccanismo che limiti l’accesso dei bambini all’ascolto o alla visualizzazione di informazioni Lgbt sui servizi a pagamento. Pertanto, la legge prescrive l’obbligo di inserire codici o eseguire altre azioni per confermare l’età dell’utente. L’accesso alle informazioni Lgbt è vietato ai minori di 18 anni.

Inoltre, la legge vieta la vendita di merci, comprese quelle importate, contenenti informazioni sensibili per la distribuzione delle quali è prescritta la responsabilità amministrativa o penale. E stata poi modificata la legge “Sulla protezione dei bambini dalle informazioni dannose per la loro salute e il loro sviluppo” ed è stato aggiunto un articolo che riguarda la promozione di rapporti sessuali non tradizionali, pedofilia e informazioni che possono scatenare il desiderio di un bambino di cambiare sesso.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net