ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ministero Lavoro: "Ecco Sviluppo Lavoro Italia agenzia per attuazione politiche attive"-Infortuni, D'Ascenzo: "Nuova banca dati Inail per strategie prevenzione sempre più precise"-Manageritalia, +8,1% donne dirigenti nell'ultimo anno, dal 2008 raddoppiate in gestione-Fiere, Casaidea: "Artigianato di qualità innovazione e tante idee per abitare l'esterno"-Turismo: AlUla presenta 'Forever Revitalising', prima campagna di promozione globale-Sardegna, Muscas (Confapi Donna): "Frantumato tetto di cristallo, ora via muro imprese-burocrazia"-Sardegna, l'imprenditore Agabio: "Speranza che nuova giunta dialoghi con aziende tech locali"-Turismo, dal 10 al 17 marzo a Milano va in scena la Ireland Week-Dal Consorzio della mozzarella di bufala campana Dop una maxi treccia tricolore a Mattarella-Roma Couture, l'Alta Moda Capitolina torna in passerella-Sardegna, Durante (Cgil): "Da Todde ci aspettiamo dialogo sociale, pronti a collaborare, agire su emergenze"-Altroconsumo, più consapevolezza che pensione non basterà ma 1 su 3 non fa nulla-Cida: "Politica si faccia carico del ceto medio, il pilastro che sostiene l’Italia"-Sardegna, De Pascale (Confindustria) a Todde: "In primi 100 giorni sbloccare Grandi opere"-Sardegna, Giachetti (Aidda): "Vittoria Todde oltre contingenza politica, è donna di talento"-Da Milano-Bicocca i corsi 2024-2025, c'è anche Management per gli studenti lavoratori-Oikos, la pittura ecologica compie 40 anni-Grappa: aumenta domanda prodotti premium e invecchiati, export +32% tra 2019 e 2022-Chiari (Cameo): "Parità genere centrale, dopo certificazione puntiamo a nostro Manifesto"-Imprese: Epar, contributo a fondo perduto per Academy aziendali anche per pmi

**Pnrr: Pasini (Feralpi), ‘rinegoziarlo sarebbe giusto tenendo conto dei cambiamenti’**

Condividi questo articolo:

Milano, 28 set. (Adnkronos) – “Rimodulare il Pnrr avrebbe certamente senso se tenesse conto dei cambiamenti avvenuti negli ultimi mesi, cioè se venisse ridiscusso sulla base delle ultime problematiche come l’aumento del costo dell’energia e delle materie prime”. A dirlo all’Adnkronos è il presidente di Feralpi Group, Giuseppe Pasini che guarda con interesse alla proposta contenuta nel programma elettorale della coalizione di Centrodestra, fortemente voluta da Giorgia Meloni.

“Io credo che il nuovo esecutivo che andrà ad insediarsi dovrebbe innanzitutto cercare di salvaguardare il Pnrr -afferma Pasini-. Noi abbiamo degli impegni e delle rate che dobbiamo ancora ricevere; in un momento così difficile, dove il costo dell’energia e delle materie prime sta minando tutte le nostre imprese e l’economia in generale, credo che il nuovo esecutivo dovrebbe saper portare la presenza forte dell’Italia a Bruxelles, come l’ha avuta Draghi, anche e soprattutto per quello che riguarda le politiche strutturali che l’Europa dovrà fare”. Del resto, “l’impennata delle materie prima avvenuta negli ultimi mesi ha creato un rallentamento”.

“Soprattutto sulle grandi infrastrutture, come la Tav ad esempio, tutti hanno dovuto rivedere i contratti perché i prezzi delle materie prime sono schizzati alle stelle”, spiega il manager. E “questo ha determinato un rallentamento delle consegne, dei volumi, e non solo in Italia, ma anche in tutta Europa”. Però “oggi si tratta solo di un rallentamento; mi auguro che nel 2023 non diventi recessione”. Per fare in modo che questo non avvenga “bisogna intervenire; sono convinto che i governi debbano intervenire, e anche rapidamente. Il nuovo governo che verrà lo dovrà fare”. Soprattutto, rimarca Pasini, “il nostro governo dovrà giocare un ruolo importante. C’è poi una parte sociale importante che il Paese ha bisogno di tenere e quindi il mio auspicio è che tutte le forze politiche, dopo una campagna elettorale che ritengo tra le peggiori che da cittadino abbia mai sentito, tornino al lavoro tutte insieme. Noi, come imprenditori, dovremo fare la nostra parte. E credo che anche le forze di opposizione dovrebbero fare un’opposizione importante, che sia però costruttiva”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net