Pagliarulo (Anpi): “Allarmati, presenza neofascisti e razzisti sui social è debordante”

Condividi questo articolo:

Roma, 21 feb. (Adnkronos) – Neofascismo, antisemitismo, razzismo: “c’è un allarme” da non sottovalutare che “non può più trovare impreparata la nostra Repubblica”. Occorre, per questo, “un miglioramento legislativo”, che siano quantomeno “applicate integramente le leggi esistenti”, partendo dalla nostra Costituzione. Gianfranco Pagliarulo, presidente dell’Associazione nazionale partigiani italiani (Anpi), non nasconde la sua preoccupazione riguardo ai diversi episodi di intolleranza e odio contro il ‘diverso’.

“L’allarme oggi assume uno speciale colore. Mesi fa – spiega Pagliarulo all’Adnkronos – abbiamo visto il tentativo di squadristi infiltrarsi in legittime manifestazioni di protesta legate al disagio sociale conseguente al Covid e ai provvedimenti economici. Ecco, attenzione, se la situazione economica-sociale, già drammatica, dovesse peggiorare, potremmo trovarci davanti a scenari ancora più gravi. Oggi c’è una nuova emergenza che non può trovare impreparata la Repubblica”.

Dalla realtà al mondo virtuale con incursioni neofasciste in videoconferenze, insulti social verso ebrei, migranti e gay. “Siamo allarmati, la presenza dei neofascisti e razzisti sui social è debordante. Qualsiasi piano di rinascita non può prescindere da quello che sta succedendo nel profondo della società italiana. E quanto sta accadendo è riconducibile a episodi di intolleranza verso qualsiasi diversità vera o presunta, intrinsecamente legata a fenomeni neofascisti”, afferma Pagliarulo.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net