‘Ndrangheta: tribunale, ‘Schenker Italiana inadeguata, ha ampliato pericolosità boss’

Condividi questo articolo:

Milano, 17 mag. (Adnkronos) – “Il livello di confidenza e la conseguente capacità di influenza raggiunti dal Bevilacqua (Nicola, già condannato per associazione mafiosa ed estorsione) nei confronti di plurimi esponenti di Schenker Italiana traspaiono, in particolare, da una serie di telefonate significative dell’esistenza di rapporti molto stretti, pacificamente eccedenti quelli che ordinariamente intercorrono con un fornitore, significativi da un canto della gestione di fatto delle attività esclusivamente da parte del Bevilacqua”. E’ quanto scrive il tribunale di Milano – Sezione autonoma misure di prevenzione che ha fatto scattare la misura dell’amministrazione giudiziaria nei confronti del colosso della logistica Schenker Italiana (non indagata, ndr) con sede a Peschiera Borromeo.

L’indagine della Guardia di finanza di Milano e Como nasce dopo il sequestro – su un trasporto della Schenker affidato a camion di Bevilacqua -, di 30 chili di cocaina sequestrati nel porto di Dover alla frontiera inglese il 15 marzo 2020. Nel dispositivo si parla di “indici concreti di anomalia” tra il 70enne legato al clan Mancuso di Limbadi egemone a Vibo Valentia e il colosso della logistica, il che determina “una responsabilità della struttura nel suo complesso, per la generale inadeguatezza delle sue capacità reattive all’infiltrazione mafiosa da cui muovono i presupposti fattuali dell’amministrazione giudiziaria”.

Per il tribunale di Milano “a prescindere dall’apporto, seppur non intenzionale, fornito da Schenker Italiana ad un’attività del tutto illecita, qual è il trasporto della sostanza stupefacente sequestrata al porto di Dover, e dalla riconducibilità o meno di tale ultimo fatto al Bevilacqua, la società ha non solo consentito ad un’impresa amministrata da Nicola Bevilacqua tramite prestanome di sviluppare un giro d’affari complessivo superiore ai due milioni di euro e di alimentare, con questa provvista finanziaria, qualsiasi intendimento (anche delittuoso) retrostante”. Non solo: “Gli ha dato anche l’opportunità di entrare in contatto con numerose realtà imprenditoriali, ivi comprese alcune di dimensione significativa; ne ha esteso notevolmente la rete di relazioni personali; ha conferito al Bevilacqua maggiori occasioni di penetrazione nel tessuto sociale ed economico di riferimento e di guadagnare risorse, visibilità e opportunità di concludere affari che altrimenti non avrebbe avuto, amplificandone così la pericolosità, la capacità di acquisire consenso sociale e di incidere sui territorio. Tutto ciò nel corso di rapporti che proseguono ininterrotti almeno dal 2017 ed hanno, dunque, connotati di stabilità”. Per ragioni c’è la necessità di un’amministrazione giudiziaria.

Questo articolo è stato letto 4 volte.

Comment

  • … [Trackback]

    […] Read More Information here to that Topic: ecoseven.net/flash-news/ndrangheta-tribunale-schenker-italiana-inadeguata-ha-ampliato-pericolosita-boss/ […]

I commenti sono chiusi.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net