ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Pd: i tre pilastri, il fondo anti-Nimby e la 194, il programma elettorale dem**-Piero Angela: Grasso, 'divulgatore eccezionale, uomo davvero unico. Mancherà'-Scienziati anti catastrofisti sfidano i promotori dell'Appello sul Clima: "Pubblico confronto"-Piero Angela: Jovanotti, 'amico di curiosi e menti aperte e divulgatore di cose belle'-Piero Angela: Salvini, 'un grande italiano'-Piero Angela: Fiano (Pd), 'da lui straordinario modo di raccontare l’Italia attraverso la tv'-Piero Angela: Berlusconi, 'rappresentava un modo di fare televisione sempre apprezzato'-Milano: titolare minimarket rapinato e picchiato da due ragazzi-Elezioni: Letta cita Andreatta e la logica della cattedrale da costruire-Piero Angela: Letta, 'Paese più povero, entrava nelle case di ognuno e scattava una scintilla'-Elezioni: Letta, 'abbiamo 40 giorni da scandire con impegno e passione'-Elezioni: Letta, 'senza spirito unitario tutto sarebbe inutile'-**Pd: Direzione approva all'unanimità programma elettorale'**-Elezioni: Letta, 'su collegi ad alleati serve uno sforzo per progetto non di nicchia'-Piero Angela: Mattarella, 'ha segnato la storia della Tv avvicinando pubblico ampio'-Elezioni: Letta, 'nostro programma fatto con passione, non dalla McKinsey'-Piero Angela: Prodi, 'uomo di grande cultura che ha saputo raggiungere tutti'-Piero Angela: Renzi, 'gratitudine per tutto ciò che ci hai insegnato'-Elezioni: Calenda, 'da Letta e Berlusconi show senza serietà'-Pd: Letta interrompe Direzione, un minuto di raccoglimento per scomparsa Angela

Maltempo: vigile fuoco, ‘situazione pesante ma lavoro quasi finito’ in Val di Fassa’

Condividi questo articolo:

Milano, 6 ago. (Adnkronos) – La paura di chi vede l’acqua portargli via ogni cosa, la potenza del fango capace di modificare la geografia del territorio, la forza di eventi naturali sempre più disastrosi. La Val di Fassa fa i conti con temperali imponenti e da ieri i vigili del fuoco lavorano per mettere in salvo abitanti e turisti e liberare abitazioni e strade.

“Siamo a tre quarti del lavoro, abbiamo liberato la totalità degli appartamenti e delle cantine, ci mancano i garage. La criticità maggiore è stata sicuramente che l’acqua è scesa in brevissimo tempo e ha sovraccaricato un territorio vasto che ha richiesto l’impiego di tutte le forze disponibili che avevamo, abbiamo anche dovuto chiedere ad altri distretti dei vigili del fuoco” racconta Alessandro Pellegrini uno dei vigili del fuoco che ha operato nella zona, in particolare nei comuni di San Giovanni e Mazzin di Fassa.

“Le persone erano spaventate di fronte a una situazione pesante per loro e per noi, con l’aiuto della Croce Rossa abbiamo creato un host per accoglierle e li sono state tranquillizzarle mentre noi abbiamo potuto continuare il nostro lavoro” aggiunge. La violenza della pioggia “ha modificato la morfologia del territorio, non era come lo conoscevamo noi: eravamo in pericolo anche solamente a pestare un terreno sconosciuto. Ci sono state molte colate, piccole e grandi, un’area molto vasta, siamo ancora in difficoltà a dire quante sono le colate, almeno quattro o cinque sono quelle arrivate a valle” conclude Pellegrini.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net