ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Incendi: volontari al lavoro nel lido catanese distrutto, la titolare ‘Danni per un milione’ (2)

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Sono centinaia di clienti che venivano da anni al Lido Le Capannine, aperto nel 1996. “Da generazioni – dice- ora non sappiamo che fare. Ringrazio la mia famiglia per la forza che sta dimostrando, mio padre è uno che non si abbatte mai. Ma quello che è successo è terribile”. Francesca Raciti, una donna minuta ma con una grande forza, mostra alla cronista quello che è rimasto del lido Le Capannine. Ricaccia con fatica le lacrime. “Quando le fiamme si stavano avvicinando – dice – le persone si sono andate a riparare nella struttura chiusa più avanti, perché pensavano che fosse una cosa passeggera. Invece in poche ore è andato tutto distrutto”. “Lì c’erano 36 bungalow e ne sono rimasti appena quattro…”, dice ancora Raciti.

“I ragazzi che lavoravano qui si sono arrampicati sui tetti per spegnere il fuoco, rischiando la vita – dice ancora – Sono stati attimi terribili”. “Arrivavano lapilli da ovunque – dice – Spegnevano un focolaio e se ne accendeva un altro. Poi il vento era tremendo, e c’erano oltre 44 gradi. Tutta la zona surf andata distrutta. Poi guarda i volontari e dice: “Ho la pelle d’oca. Li ringrazio di cuore”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net